Viminale, Salvini restaura "La Gioconda" di Leonardo

Durante i 14 mesi del leader della Lega al ministero dell'Interno, il suo dicastero ha anche investito sull'arte e la cultura

Sicurezza, immigrazione, ma anche arte e cultura. Il ministero dell'Interno di Matteo Salvini, per quattordici mesi, si è (pre)occupato di difendere i confini e, parallelamente, di investire nei beni culturali.

Infatti, il Viminale ha valorizzato il patrimonio del Fec (il fondo edifici di culto in gestione al ministero del'Interno), e a ha recuperato alcune opere d'arte straordinarie, portando per esempio alla luce versione de La Gioconda contemporanea di quella esposta a Parigi, al Louvre. Approfondite e minuziose analisi scientifiche hanno verificato che il dipinto fu realizzato nella bottega di Leonardo da Vinci, registrando i cambiamenti che il maestro apportava sulla Monna Lisa esposta nella capitale francese.

Il Dicastero, come rende noto, è riuscito a riportare in Italia anche una eccellenza nell'arte del restauro: Cinzia Pasquali, da decenni, lavora in Francia e tra i tantissimi suoi lavori si è occupata del prestigioso restauro di "Sant'Anna, la Vergine e il Bambino con l'agnellino" di Leonardo). La Pasquali, inoltre, negli ultimi mesi ha lavorato al recupero del quadro Salvator Mundi e de La Gioconda. Il primo è patrimonio del Fec, mentre il secondo è stato recuperato e valorizzato dal patrimonio della Galleria Nazionale.

Proprio su genio di Leonardo sarà inaugurata a Roma (il 6 ottobre) la mostra nazionale, a cui lo stesso ministero ha dato un contributo importante. "Dimostriamo la duttilità del Viminale: da una parte recuperiamo un bene che sembrava dimenticato come una versione de La Gioconda coeva a quella esposta al Louvre e dall’altra il Salvator Mundi che certamente ha avuto interventi di Leonardo. Siamo orgogliosi anche di aver riportato per un mese e mezzo in Italia la dottoressa Pasquali che ha fatto un lavoro straordinario", le parole, piene di soddisfazione, del sottosegretario all’Interno Stefano Candiani.

Questo, invece, il commento di Matteo Salvini: "Siamo orgogliosi del lavoro fatto in 14 mesi al ministero. Continuo e continuerò a impegnarmi per difendere l’Italia e per valorizzare le straordinarie bellezze del nostro Paese, che non ha eguali nel mondo".