Violentò e fece abortire la fidanzata, arrestato latitante a Varese

L'uomo, latitante da oltre un anno e mezzo, è stato trovato in sella a una bicicletta mentre attraversava i boschi nel Milanese. Tante le accuse a suo carico: maltrattamenti, procurata interruzione di gravidanza e violenza sessuale aggravata

La sua latitanza, durata oltre un anno e mezzo, è finita in queste ore, nei boschi tra Solaro e Ceste, in provincia di Milano. Era in sella a una bicicletta. Su di lui, un 27enne di origine tunisina, pendeva un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa nell'agosto del 2018, per maltrattamenti, procurata interruzione di gravidanza e violenza sessuale aggravata nei confronti dell'ex compagna 22enne. E a distanza di tempo dalla richiesta d'arresto, oggi, secondo quanto riportato dall'agenzia AdnKronos, l'uomo è stato prima fermato e poi arrestato dagli agenti del commissariato di Busto Arsizio e condotto in carcere.

"Le indagini hanno dimostrato che l'uomo, tra il 2015 e il 2017, ha più volte aggredito la fidanzata e, in due occasioni, questo ha compromesso la gravidanza della giovane", hanno spiegato gli investigatori. Le violenze si sarebbero consumate all'interno delle mura domestiche, in via Biagio Bellotti, a Busto Arsizio, in una circostanza di tossicodipendenza e di degrado.

Commenti

Giorgio5819

Sab, 06/04/2019 - 19:10

Cosa si deve attendere adesso ? Deve commettere qualche altro reato o si può pensare di vederlo in 2 metri per 2 per un pò di anni ?...Fuori dall'Italia nemmeno pensarlo, sarebbe una mossa troppo intelligente...

ziobeppe1951

Sab, 06/04/2019 - 20:24

Le femministe musulmane ..non scendono in piazza?

Ritratto di navajo

navajo

Dom, 07/04/2019 - 12:25

Un tunisino? Strano, pensavo si trattasse di un eschimese.