Violenze sessuali a Roma, Raggi: "Servono leggi speciali"

"Quello che sta accadendo contro le donne è mostruoso: è un settembre nero per l'Italia", ha dichiarato il sindaco di Roma Virginia Raggi

"Qui a Roma stiamo potenziando il nostro sistema di videosorveglianza con più telecamere: sono un deterrente" anche per quanto riguarda le violenze sulle donne. A dichiararlo è il sindaco di Roma Virginia Raggi in riferimento agli episodi di abusi sessuali verificatisi nella Capitale. "Servono più forze dell'ordine per presidiare capillarmente il territorio e in particolare le periferie".

"Quello che sta accadendo contro le donne è mostruoso: è un settembre nero per l'Italia. Penso alle ultime tragedie a Rimini, nella nostra città, a Lecce e oggi anche a Catania. È inaccettabile. Bisogna agire ora. Il governo intervenga subito anche con leggi speciali", ha aggiunto il sindaco.

L'ultimo episodio di violenza nella Capitale si è verificato a Villa Borghese, dove una donna è stata violentata e legata nuda a un palo. Pochi giorni prima una turista finlandese è stata abusta e derubata alla stazione Termini, mentre una ragazza belga è riuscita a salvarsi e a chiedere aiuto vicino al Campidoglio.

Domani in Prefettura a Roma, verrà convocato il Comitato per l'ordine e la sicurezza. Il sindaco Raggi ha annunciato che il tema delle violenze sessuali sarà all'ordine del giorno.

Commenti

Sabino GALLO

Mar, 19/09/2017 - 14:09

Su questo problema, credo che la Sindaco RAGGI esprima una opinione (direi : una verità!) condivisibile ! Qualche volta si evocano le "bestie" per definire questi "esseri con fattezze rassomiglianti a quelle umane". Ma è un errore. Le bestie si difendono, difendono la loro prole,qualche volta anche dai propri "compagni, uccidono per mangiare, come la natura vuole. Ma quello che fanno è meno "crudele" dei mostri che circolano tra gli "umani", parola che pretende di esprimere una certa bontà. Gli "animali" sono più "umani". Non si può cambiare il mondo, ma questi mostri meritano punizioni più esemplari e più rapide! E..."radicali".

sirio900

Mar, 19/09/2017 - 15:13

rimini, lecce, roma, catania e firenze ce la siamo scordata o l'arma è esente da indegni a prescindere?

Marcello.508

Mar, 19/09/2017 - 15:35

Il problema risale sempre al fatto che in Italia mancano istituti di detenzione in numero adeguato. La politica preferisce fare sconti di pena, essere meno severi e certi "risultati deprecabili" alla fine si vedono in tutta la loro deprecabilità. Si possono fare tutte le leggi che si vogliono ma prima ci vuole la suddetta sostanza (istituti di pena), altrimenti è solo un pour parler, una volgarissima presa per il c@@o.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 19/09/2017 - 16:05

Le leggi speciali non servono per questi crimini ...

Vigar

Mar, 19/09/2017 - 16:05

Cara Raggi, nel nostro paese di pulcinella, non servono affatto leggi speciali - ne abbiamo anche troppe - serve solo che vengano applicate quelle che ci stanno già. Paesi civilissimi (vedi ad esempio la Svizzera) sono perfettamente organizzati e le cose funzionano a meraviglia con molto meno di 10.000 leggi. Noi ne abbiamo quasi 200.000 e non funziona assolutamente niente! In questo paese di buffoni, e sottolineo buffoni, chi delinque ha la quasi certezza di restare impunito! Ringraziamo la nostra giustizia, chi la apprezza e la difende. Altro che fare nuove leggi.

Vigar

Mar, 19/09/2017 - 16:07

Cara Raggi, nel nostro paese di pulcinella, non servono affatto leggi speciali - ne abbiamo anche troppe - serve solo che vengano applicate quelle che ci stanno già. Paesi civilissimi (vedi ad esempio la Svizzera) sono perfettamente organizzati e le cose funzionano a meraviglia con molto meno di 10.000 leggi. Noi ne abbiamo quasi 200.000 e non funziona assolutamente niente! In questo paese di buffoni, e sottolineo buffoni, chi delinque ha la quasi certezza di restare impunito! Ringraziamo la nostra giustizia, chi la apprezza e la difende. Altro che fare nuove leggi.

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Mar, 19/09/2017 - 16:40

Mica servono piu' controlli,forze dell'ordine,telecamere,nuove carceri,NO!servono leggi speciali;e quali?Da un avvocato di spessore come la sindaca uno si aspetta come minimo un disegno di legge chiaro,non chiacchiere da bar,giusto per capire se almeno ha identificato le cause del problema;ma sopratutto,i romani,si stanno rendendo conto a quale nullita' hanno affidato le sorti della loro citta'?

Ritratto di ClaudioPRoma1

ClaudioPRoma1

Mar, 19/09/2017 - 16:41

Sgombrare chi vive nei parchi e allestire un centro come terremotati. Rastrellare gli stranieri per cacciare gli irregolari e metterli subito in un altro centro. Zero tolleranza su reati minori da parte loro, poichè tutto ciò è anche la conseguenza dell'ideologia che si è fatta diffondere: in Italia non ti fanno niente: non esiste che la polizia sa chi borseggia come dicono dei residenti: lo deve portare in caserma anche 40 volte al giorno finchè il giudice non prende provvedimenti, in attesa di leggi più ragionevoli

frabelli1

Mar, 19/09/2017 - 17:37

Non servono nuove leggi, basta applicare severamente quelle che ci sono e, specialmente, prendere i delinquenti. Le leggi non servono a nulla se non si è in grado di arrestare gli assassini, fisici e morali.

caren

Mar, 19/09/2017 - 19:16

Papillon. Vi ricordate questo film? Altro che carcere. Un'isoletta sperduta su cui scaricare tutti questi gentiluomini, e poi che se la vedano fra loro......