Vittoria Schisano su Playboy. È la prima coniglietta trans

Una carriera da attore poi la scelta di cambiare sesso. Giuseppe diventa Vittoria e si guadagna la copertina del magazine Playboy, famoso per aver immortalato attrici bellissime

Vittoria Schisano è la prima playmate trans a finire sulla copertina della storica rivista Playboy.

Il mese di febbraio la vedrà sulla prima pagina. Vittoria nasce Giuseppe a Pomigliano D'arco, Napoli, 33 anni fa. La coniglietta rivela che "posare su Playboy, il maschile che da sempre celebra la bellezza femminile e sul quale hanno posato tutte le donne più belle del pianeta, per me è un grandissimo onore, da sempre il mio sogno. Trovarsi in copertina oggi, dopo essere riuscita a realizzare il sogno di diventare anche fisicamente una donna, assume per me una valenza doppia. Non è un bisturi a renderti donna, ma sei donna innanzitutto nella tua anima. La vita non è questione di centimetri!"". Oltre il primato sul magazine di origine americana è anche il il primo attore italiano ad aver intrapreso pubblicamente il lungo percorso di cambio di genere, nell'aprile 2014 è diventato definitivamente donna in una clinica di Barcellona.

Nel '98 decide di trasferirsi a Roma per entrare in accademia e studiare recitazione. Recitando in teatro viene notato da un casting ed inizia il suo percorso professionale, dividendosi fra cinema e televisione. Nel 2005 esordisce come co-protagonista al fianco di Lando Buzzanca, Caterina Vertova e Giovanni Scifoni in “Mio figlio”, per la regia di Luciano Odorisio con indice di ascolto di 10 milioni di telespettatori su Rai Uno. Nei primi mesi del 2010 ancora con Odorisio recita in “Io e mio figlio - nuove storie per il commissario Vivaldi". Anno d'oro in cui riceve il premio come attore rivelazione, consegnatoli in Campidoglio.

Nel 2011 è nel cast di “Al di là del Lago” per Canale5 e sul set del film “Canepazzo”, regia di David Petrucci, con un ruolo da protagonista: interpreta infatti un giornalista ossessionato dalla ricerca di un serial killer. Il 17 novembre 2011 in un'intervista esclusiva su Sette, rivista del Corriere della Sera, dichiara pubblicamente di aver intrapreso il percorso per cambiare sesso: diventerà Vittoria. Nonostante la dichiarazione, nel 2012 Antonio Albanese la vuole nel suo film per il cinema “Tutto Tutto Niente Niente” e nello stesso anno è in “Outing” con Massimo Ghini e Nicolas Vaporidis.

Nel 2013 Vittoria è nel film “Take Five” di Guido Lombardi, pellicola in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma. Nell’Aprile 2014 diventa donna in una clinica di Barcellona. La stampa italiana riporta ampiamente la notizia e Vanity Fair le dedica un secondo lunghissimo speciale. Viena chiamata come opinionista fissa nel talk politico di LA7 “AnnoUno”. Nel 2014 calca il red carpert della Mostra del Cinema di Venezia con il film “La Vita Oscana” di Renato De Maria. Nel 2015 diventa testimonial dei brand moda “Gabriele Fiorucci” e “Paul Emilien Parfum”, sfilando anche per Pitti. Come se non bastasse, è la prima Playmate al mondo sulla cover di Playboy ad aver effettuato il cambio di genere. Ora prepara un libro sulla sua vita

Commenti

Aegnor

Mar, 02/02/2016 - 19:59

Speditelo/a a daesh,vediamo de ritorna a scassare la minkia

giovauriem

Mer, 03/02/2016 - 10:21

sicuramente c'è stato un refuso di stampa , quello si chiamo vittotiooooo schisano e non vittoria .