Voleva vedere la figlia a tutti i costi. Condannato per stalking nei confronti dell'ex moglie

Il desiderio di un padre di rivedere i figli non fa venire meno i limiti fissati dalla sentenza di separazione

Non pensate che per ricucire i rapporti con vostro figlio sia lecito tutto. Potreste essere considerato uno "stalker" a tutti gli effetti. Lo ha stabilito la quinta sezione penale della Corte di Cassazione in una sentenza depositata lo scorso dicembre. La persona che ha subito stalking in questo caso è la ex moglie. Come riporta Italia Oggi la Corte di Cassazione non ammette eccezioni ai limiti fissati dalla sentenza di separazioneLui avrebbe tentato di spiegare il proprio atteggiamento con il desiderio di poter vedere la figlia che viveva con la madre. Dopo la sentenza di primo grado (condanna per tentata violenza privata e atti persecutori) la Corte di appello aveva ritoccato la pena inflitta, ritenendo assorbito quanto previsto dall'articolo 610 del codice penale in quello di stalking. 

L'ex marito però non si è dato pace e ha presentato ricorso in Cassazione, chiedendo l'annullamento della decisione della Corte territoriale. Oltre a negare che vi fosse lo stato di ansia e di paura di cui parlava la ex moglie (costituitasi parte civile), l'uomo ha provato a ribadire che il proprio atteggiamento non era intimidatorio né ingiurioso nei confronti della donna. I giudici della Cassazione, però, hanno constatato la presenza di stato di ansia e di paura, confermato non solo dalle dichiarazioni della donna ma anche dalle relazioni dei servizi sociali, non contestate dalla difesa. E i messaggi dal contenuto ingiurioso e intimidatorio inviati dall'uomo, oggetto di ripetute querele, non possono passare inosservati. Per la Cassazione, inoltre, il desiderio di ricongiungersi con la propria figlia non valeva a rendere lecita quella che era, a tutti gli effetti, una condotta delittuosa, visto che le continue richieste dell'imputato andavano ben oltre i limiti sanciti dal tribunale nell'atto di separazione. 

Commenti

paolonardi

Lun, 14/07/2014 - 11:21

Perche' si continua ad usare il termine inglese "stalking" invece dei corrispondenti italiani minacce, violenza privata e persecuzione?

giufra2009

Lun, 14/07/2014 - 13:34

Ecco il paese più retrogado e schifoso del pianeta. Un padre che vuole vedere sua figlia e che vorrebbe l'affido condiviso(VERO), si vede attribuito il reato di stalking!! Pezzenti i magistrati e pezzenti i politici che non fanno nulla perevitare ciò!!! Per me oggi e sempre M5S!!!

Francesconelio

Lun, 14/07/2014 - 15:44

... ennesima buffonata! ansia? paura? relazione delle S.S. (servizi sociali)? ah ah ah... e poi, che pessimo inizio: "Non pensate che per ricucire i rapporti con vostro figlio sia lecito tutto". No? invece alienare un genitore, quasi sempre il padre, è lecito? no, le SS.LL. togate calpestano i diritti naturali specie in Famiglia, poi non occorre lamentarsi della "giustizia-fai-da-te", soprattutto non bisognerà lamentarsi di una nuova generazione cresciuta nella menzogna delle carte bollate. So long.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 14/07/2014 - 16:49

Se l'affidamento fosse congiunto,e la casa assegnata ai figli ed alternativamente ad un genitore,vi sarebbero più rispetto per i figli e meno mogli propense al matrimonio "lampo" con il pacchetto "tutto incluso". Secondo voi è anormale un padre\madre che vuol vedere un figlio od uno stato che non riconosce ai genitori pari dignità?

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 14/07/2014 - 18:05

Che schifo di sentenza! Ma non si vergognano?

mariolino50

Lun, 14/07/2014 - 18:06

Poverina ha paura, se rimaneva con il marito era meglio per tutti, e poi qualche cretina si lamenta che le donne hanno meno diritti, è il contrario, siamo noi a prenderlo sempre in quel posto nelle separazione, a qualcuno tocca anche dormire sotto i ponti.

cotoletta

Lun, 14/07/2014 - 19:08

poi ci lamentiamo dei femmenicidi...... il marito è diventato il bancomat dell'ex moglie.... perchè (mi è successo)con il diniego ad ulteriore richiesta di denaro ....larisposta era.... allora domenica non vedi tuo figlio.......

jaaaar

Lun, 14/07/2014 - 20:53

Se una rapisce un bambino, e la magistratura femminista protegge la criminale invece di proteggere il bambino, deve trovare applicazione l'articolo 54 del codice penale: uno acquista il diritto a farsi giustizia da solo

Pirania

Lun, 14/07/2014 - 21:11

Un padre ha il diritto sacrosanto di vedere i propri figli. In questo paese sta passando il concetto che quando i figli non sono dello stato (che ne può disporre a suo piacimento, portandoli via alle famiglie di origine anche senza un valido motivo), sono della madre. No cari miei: i figli sono di entrambi i genitori!!!!!!!