Volo irreale dalla Lituania in Italia: è l'unico passeggero a bordo del 737

La strana esperienza di volo di un cittadino lituano che ha voltato da solo in un viaggio dalla Lituania in Italia, immortalato con selfie e sorrisi durante le due ore sul Boeing 737-800

Il passeggero di nome Skirmantas Strimaitis ha preso un volo molto particolare: si è ritrovato inaspettatamente a volare in totale solitudine con assistenti e piloti a prendersi cura di lui. Strimaitis ha scattato alcuni selfie sul Boeing 737 che dalla Lituania è decollato in direzione Italia, in particolare verso l'aeroporto di Bergamo, mostrando il viaggio da VIP che stava facendo.

I fatti sono avvenuti il 16 di marzo, quando il signor Strimaitis si è recato nella capitale lituana Vilnius per prendere il volo che lo avrebbe portato a Bergamo per la sua settimana bianca. Si è immediatamente accorto che c'era qualcosa di strano. Passati i controlli di sicurezza si è recato al gate d'imbarco, come da normale procedura. Arrivato al gate ha trovato ad accoglierlo le assistenti e i piloti. Ha pensato inizialmente che fosse in ritardo, credendo che il resto dei passeggeri fossero stati già imbarcati. Poi, una volta arrivato sul velivolo si è accorto che non c'era nessuno: il Boeing 737-800 che dalla capitale lituana stava partendo verso l'aeroporto di Bergamo Orio Al Serio era completamente vuoto. Ha iniziato a scattarsi dei selfie in cui ha mostrato il suo viaggio, dicendo che si trovava completamente solo e spiegando la situazione anche a Cnn che ha raccolto la sua storia.

"Tutto il personale dell'aereo si riferiva a me chiamandomi 'Signor Passeggero'. Sono stato molto a mio agio, nonostante sia stato molto strano viaggiare in una situazione del genere. Infatti durante le due ore il silenzio era inquietante. Mi sono comunque potuto concentrare sul mio lavoro, ho scritto e mi sono scattato selfie" ha dichiarato Strimaitis.

Il tour operator che ha organizzato il viaggio, la Novaturas, ha detto che avevano acquistato un volo charter da Vilnius verso Bergamo ma che nessuno aveva comprato i biglietti e che Skirmantas Strimaitis era l'unico ad aver effettuato l'acquisto. Per questo il cittadino lituano si è ritrovato a volare in solitudine facendo questa strana esperienza a bordo del 737. In tutto ad assisterlo c'erano due piloti e cinque assistenti.

Dalla Sacbo spa, la società che gestisce l'aeroporto di Orio al Serio, precisano: "Il volo in oggetto, su cui ha preso posto il passeggero unico il giorno 16 marzo, era operato dalla compagnia lituana Get Jet Airlines, ha effettuato un volo di trasferimento (ferry, in gergo) con destinazione l’aeroporto di Milano Bergamo, da dove è ripartita con volo charter per riportare a Vilnius 187 passeggeri a conclusione di una settimana bianca".

Commenti

stopbuonismopeloso

Gio, 04/04/2019 - 19:57

la vedo male per il tour operator

sergio_mig

Sab, 06/04/2019 - 05:38

E che c’è di strano, anch’io una volta ho volato come passeggero da solo gratuitamente sul jet di Berlusconi. I piloti erano in addestramento notturno e mi hanno offerto un passaggio. Mica ho attaccato i manifesti..

isolafelice

Sab, 06/04/2019 - 11:13

E poi ci rompono i maroni con la storia dell'inquinamento e con le varie auto euro 1-2-3-4-5-6-7. Quel volo ha immesso un quantitativo di inquinanti in atmosfera paragonabile a quante auto?

Ritratto di balonid

balonid

Lun, 08/04/2019 - 00:11

L'aereo è partito perché 187 passeggeri aspettavano ad Orio per il ritorno, altrimenti l'aereo non si sarebbe mosso. Che razza di notizia è?

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Gio, 11/04/2019 - 19:44

Storia già vista: "Volo Cleveland-New York vuoto: quando si viaggia in aereo – soprattutto se la tratta è piuttosto lunga – ci sono diversi motivi per cui lamentarsi. Per esempio un vicino di posto piuttosto rumoroso o maleducato, dei bambini particolarmente vivaci o comunque capricciosi, il sedile non particolarmente comodo se il volo appunto è particolarmente lungo. Tutti questi piccoli fastidi l’americano Chris O’Leary non li ha dovuti provare. Perché? Perché ha viaggiato da solo su un aereo senza altri passeggeri."