"Vuoi la coca?" Così dipendente spacciava al McDonald's

Durante il turno notturno infilava le dosi nei vassoi dei clienti che lo conoscevano

Poteva sembrare normale che il dipendente di McDonald's chiedesse ai suoi clienti se nel menu per caso ci volessero anche la Coca. Pure banale, in fondo, dato che moltissimi scelgono la bevanda per accompagnare il loro hamburger e patatine. Peccato che l'uomo, da tempo impiegato in uno dei ristorante newyorchesi della catena, vendesse loro altra Coca, più da aspirare che da sorbire con una cannuccia.

La polizia statunitense ha scoperto il giro di spaccio nascosto sotto la più normale attività del fast food grazie a un agente sotto copertura, che ha stanato il dipendente di lungo corso che sfruttava il ristorante per la sua "attività secondaria", servendo coca soltanto a clienti fidati, che ne facevano richiesta.

L'Operazione fuori menu si è conclusa dopo tre mesi con l'arresto del 26enne Frank Guerrero, che lavorava nel Bronx. "Aveva un comportamento così sfacciato nel locale che sarebbe stato comico se non avesse commesso un grave crimine", ha commentato il procuratore speciale della Narcotici illustrando il caso. Pizzicato in otto momenti diversi, il dipendente avrebbe intascato diecimila dollari, spacciando anche appena fuori dal McDonald's o nei locali.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 05/10/2017 - 19:02

Purtroppo non succede solo da McDonald