"Vuoi sparare al ladro in casa? Devi fare un'indagine notturna"

Giulia Buongiorno, avvocato, spiega quando è legittimo sparare ad un ladro che entra in casa e tutti i rischi

La legittima difesa è un tema caro agli italiani. Tanti, troppi cittadini non si sentono sicuri a casa loro. I furti si moltiplicano, le irruzioni in casa sono sempre più frequenti. Tutti vorrebbero difendersi, ma non sempre possono. E chi ci riesce usando una pistola legittimamente detenuta spesso finisce indagato, condannato, carcerato.

Nell'ultima puntata di Bianco e Nero, la trasmissione condotta da Luca Telese su La7, l'avvocato Giulia Buongiorno ha spiegato chiaramente come e in che occasione un cittadino può sparare ad un intruso in casa che si presenti minaccioso in camera da letto. E quello che emerge è un quadro assurdo. "Se sono a casa e sto dormendo e nel cuore della notte entra uno sconosciuto - spiega la Buongiorno - io posso sparare solo ed esclusivamente se lo sconosciuto non solo è armato, ma se in quel momento sta per spararmi. La legge dice che ci vuole un pericolo imminente". Una cosa non certo facile da valutare al buio, con la paura che questo possa farti del male o mettere in pericolo la famiglia.

"In sostanza - spiega Buongiorno - serve una indagine notturna per capire se chi mi sta aggredendo sta mettendo in pericolo la mia vita. In questo caso posso sparare. Ma ad una condizione: che non abbia altre alternative. Se io ho in casa una alternativa che mi consente di difendermi senza ferirlo e senza ucciderlo, dovrò prima pensare a questa alternativa". Per esempio colpeldolo con una mazza. Facile, no? "Se l'aggressore, mentre io dormo, avanza ma lui non è armato, anche se io ho porto d'armi, non posso usare la pistola. Se sparo, diventa una colpa: o omicidio colposo o lesioni colpose". Ovvero da 4 a 6 anni di carcere, escluse le aggravanti. Ma la cosa più assurda arriva alla fine: "Se l'aggressore mi dà le spalle e io sparo perché siamo al buio ed ho paura - conclude la Buongiorno - a quel punto io mio è omicidio volontario. Perché si ritiene che chi dà le spalle sta desistendo e quindi non sta aggredendo. A quel punto la pena è omicidio volontario: almeno 21 anni di carcere".

Commenti

elpaso21

Mer, 08/03/2017 - 13:44

Naturalmente sono tutte interpretazioni della legge tutte pretestuosamente volte a danneggiare il comune cittadino (come pericolo imminente può essere classificata qualsiasi minaccia e anche un singolo pugno potrebbe essere letale), e questo varrebbe per qualsiasi nuova legge venisse fatta. Ma cosa si aspetta a porre la magistratura sotto il controllo della politica?

Tuthankamon

Mer, 08/03/2017 - 13:56

Questi si sono bevuti il cervello. Ma si potrebbe sapere se in "questo parlamento" c'è qualcuno che ci difende???

zadina

Mer, 08/03/2017 - 14:03

Rispettando la legge della legittima difesa che vige in Italia nessuno può difendersi deve solo soccombere alla volontà del delinquente, deve accontentarlo nelle sue richieste offrire pranzo e cena compreso il caffè, cosa aspettano i legislatori per modificare una legge cosi male fatta, vogliono aspettare una grossa tragedia, o preferiscono lasciare a certi giudici generosi di prendere decisioni tanto odiate dal popolo.

Ritratto di DVX70

DVX70

Mer, 08/03/2017 - 14:16

Facciamola semplice: puoi sparare allo svaligiatore se e solo se ha sparato ed il proiettile ti ha colpito a morte. Almeno è tutto molto più semplice.

agosvac

Mer, 08/03/2017 - 14:21

Ma cos'é??? Una barzelletta di cattivo gusto???? Se le cose stanno davvero in questo modo, allora non esiste più la legittima difesa ma solo la legittima offesa da parte del ladro!!!

Ritratto di sepen

sepen

Mer, 08/03/2017 - 14:23

Che la legge sia mal fatta è fuori di dubbio, ma costei parla abbastanza a vanvera. La giurisprudenza è piuttosto chiara: se spari in casa, anche al buio, contro uno disarmato che NON sta scappando, alla fine la legittima difesa viene riconosciuta. Altro discorso se spari alle spalle o fuori casa. Monella e Mattielli spararono in cortile a gente che scappava e furono condannati. Sicignano in casa, e infatti sta per essere assolto (richiesta di archiviazione). Il problema sta nella lentezza della macchina giudiziaria, casi del genere andrebbero chiusi nel giro di una settimana max.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 08/03/2017 - 14:25

Ho fiducia nella magistratura...AHAHAHAHAH

honhil

Mer, 08/03/2017 - 14:41

C’è un solo modo per portare alla ragione le toghe, renderli indifesi, insieme alle loro famiglie, come lo sono i normali cittadini. Ma fino a quando saranno sotto scorta, e le loro abitazioni 24 h su 24 sorvegliate, non cambierà niente.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 08/03/2017 - 14:45

Le cose non sono esattamente cosi. Se si è armati e qualcuno entra in casa, radunare i famigliari in una stanza, chiudere la porta e chiamare le FDO e LASCIARE LA TELEFONATA ATTIVA , cosi le FDO la registrano, poi se l'intruso cerca di entrare nella stanza , URLARE ripetutamente "non entrate sono armato", se l'intruso sfonda la porta e entra, sparate ad altezza uomo. Quello che è vero è che non si può impedire un furto o la violazione di domicilio con l'uso delle armi, in nessun caso.

nunavut

Mer, 08/03/2017 - 14:56

Questo é il risultato nel dare il compito di redigere leggi seduti in ufficio e girare con la scorta,oppure come ha fatto celentano(buonista a tempo pieno) chiedere la protezione alla polizia con molteplici ronde solo per la sua abitazione.

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Mer, 08/03/2017 - 14:58

Direi nulla di nuovo. Ben si sa che in Italia le leggi sono fatte da idioti e chi le applica ce la mette tutta per non essere da meno.

Ernestinho

Mer, 08/03/2017 - 15:21

Siamo alla pazzia più bieca. Abbiamo uno stato che tutela i delinquenti ma non le persone ONESTE!

altair1956

Mer, 08/03/2017 - 15:27

Andando avanti così ho paura che gli Italiani usino le armi contro qualcun altro (sempre ladri sono).

tonixx

Mer, 08/03/2017 - 15:32

Meglio un buon processo che un buon funerale

glasnost

Mer, 08/03/2017 - 15:34

Guardatevi gli istruttivi filmati di Brignano e vedrete tutto il ridicolo della legislazione buonista del nostro paese.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 08/03/2017 - 15:54

Che dire....mi auguro che provino l'ebbrezza dei ladri in casa ANCHE i magistrati,magari rinsaviscono.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 08/03/2017 - 15:58

Nel governo Berlusconi 2 c'eravamo anche Noi seppur in numero RIDOTTO rispetto al Berlusconi 1 caduto per colpa dell'Umberto. E essendo in "minoranza" dentro la nostra maggioranza, non siamo riusciti (pur avendo il ministro della giustizia Castelli) a fare una VERA legge sulla legittima difesa, che qiundi resta quella fatta dai SINISTRI. Ecco perche ora giustamente il nostro Matteo è TITUBANTE a rifare quei tipi di governi!!!! Meditate gente meditate.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mer, 08/03/2017 - 16:02

@MAXIMILIEN 1971. Credo che guardi troppi film, come se un intruso seguisse una sceneggiatura prestabilita. Esattamente 4 gg fa, nel paesino in cui abito, sono entrati in 5 abitazioni senza che i proprietari si accorgessero di nulla, fortunatamente a quanto pare. Ma se uno se li fosse trovati davanti, cosa avrebbe dovuto fare? Dir loro di ricominciare da capo perché doveva rinchiudersi in una stanza, telefonare etc etc......Davvero Lei ha visto troppi film!

sbrigati

Mer, 08/03/2017 - 16:03

Della serie: lasciate le porte aperte così avrete meno guai. Credo che in nessun altro Paese, degno di questo nome, il cittadino sia lasciato alla mercé dei delinquenti come in Italia.

ziobeppe1951

Mer, 08/03/2017 - 16:23

Difatti le leggi in itaglia, le fanno i ladri

Giorgio Colomba

Mer, 08/03/2017 - 16:29

Stato oppressore, politici grassatori e magistrati tardo-marxisti: un esiziale mix la cui precipua ragione sociale è blandire Caino e vessare Abele.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mer, 08/03/2017 - 16:38

@Tuthankamon L'unica cosa che i nostri ladramentari difendono è il vitalizio. Piuttosto noto con dispiacere che la maggioranza delle persone ignora completamente l'esistenza di tali orrori giuridici. Una seria e moderna costituzione dovrebbe prevedere il sacro principio della difesa personale, togliendo così alle toghe rosse "l'invenzione" dell'eccesso di difesa stessa.

viskovitz

Mer, 08/03/2017 - 16:56

Ma scusate, di cosa stiamo parlando? Sposiamo, per comodità, quello che scrive Maximilien1791: se risponde al vero, è una procedura di buonsenso: presuppone che ci siamo accorti in tempo di un'intrusione, abbiamo avuto il tempo di radunare i congiunti e chiamare le forze dell'ordine. Il caso sottolineato dall'Avv.Buongiorno implica che dormiamo sempre con la pistola sotto il cuscino per timore di essere derubati. Legittimo timore, ma una reazione a caldo comporterà tutte le spiacevoli conseguenze elencate, che ci piacciano o meno. Il problema semmai è la carenza di forze dell'ordine ed il loro rapido intervento, vorrei farvi notare che una legge che faciliti l'uso di armi comporterà anche una determinazione ancora più cattiva degli aggressori che sapranno che è in casa potrebbe sparare. Il gioco vale la candela?

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Mer, 08/03/2017 - 17:05

visto che unanimemente è riconosciuta una legge assurda ( e non potrebbe essere diversamente essendo ispirata dalla cultura sessantottina ) perchè fondata su una contraddizione in termini: se una cosa è lecita non può essere eccessiva, come mai sono decenni che non si trova una maggioranza parlamentare che la abroghi?

FabioMilano

Mer, 08/03/2017 - 17:06

... sempre meglio un brutto processo piuttosto di un bel funerale ... quindi prima sparo al delinquente che entra in casa mia nottetempo, con la speranza di renderlo inoffensivo, anche per sempre magari, poi gli chiedo cosa era venuto a fare e poi si vedranno le conseguenze...

Fossil

Mer, 08/03/2017 - 17:45

Come faccio a difendermi senza fargli male: lo ipnotizzo?

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 08/03/2017 - 18:06

----l'avvocato Buongiorno ha espresso la legge nuda e cruda così com'è---e secondo me così deve rimanere per non dare al pistolero la possibilità di farla franca in caso esageri --vedi codice stradale-----nella realtà della cronaca però i giudici stanno facendo benissimo ad interpretare caso per caso---il tizio che si è visto naterializzare al buio ed in cucina il ragazzo rom disarmato è stato prosciolto pur avendo ucciso il ragazzo--swag pistoleri della domenica

duca di sciabbica

Mer, 08/03/2017 - 18:20

mi pare che Sepen delle 14:23 mostri quella lucidità che manca alle grande avvocata.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 08/03/2017 - 18:25

Mettiamola così: Lui entra in casa - MIA - non autorizzato e per delinquere, lui mi ammazza e va in galera, forse. Alternativa, io gli sparo e lo ammazzo e vado in galera, di sicuro. Meglio una certezza che un dubbio.

Menono Incariola

Mer, 08/03/2017 - 18:26

Il fatto che Giulia Bongiorno abbia messo nero su bianco le assurdita`della nostra legge sulla legittima difesa implica che SOLO DISATTENDENDOLA e successivamente esercitando FORTI pressioni nei vari inevitabili processi si riuscira` a difendere il NATURALE ED INNATO DIRITTO ALLA DIFESA. Non sono io che vado a rubare, chi viene si aspetti piombo senza particolari condizioni al contorno. @ viskovitz: ARIA FRITTA. Se uno non ATTACCA SUBITO, molto probabilmente dovra` poi subire le "attenzioni" dell'intruso. Se ha paura lei, non si armi. Io invece sono per la giustizia sommaria.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 08/03/2017 - 18:35

Come scrive viskoviz 16e56,continua la "TEORIA" secondo la quale il delinquente sapendo che potrebbe trovare in casa qualcuno armato SI FA PIU CATTIVO. Secondo me invece, CERCA UN'ALTRA CASA dove ci sia qualcuno NON ARMATO e se TUTTI fossero armati, CI PENSA 100 volte prima di entrare!!!AMEN.

routier

Mer, 08/03/2017 - 18:41

Se, per ipotesi, il criminale dopo aver ferito o ammazzato mia moglie o i miei figli, mi volge le spalle per fuggire (quindi per la legge è "desistente") io ho la proibizione di sparargli? Ma chi è quel "genio" che ha legiferato in tal modo? Un vero Premio Nobel per intelligenza giuridica!

rocchetti

Mer, 08/03/2017 - 18:42

non prendetevela sempre con i giudici forse la colpa è di quelle 1.000 teste di... che abbiamo al parlamento e fanno le leggi, trovano il tempo per leggi sui gay ma lasciano immutate leggi obbrobbriose come quella della legittima difesa per cui il cittadino onesto deve morire per aver ragione

rocchetti

Mer, 08/03/2017 - 18:48

se è vero quello che scrive Maximilien1791 che non si può impedire un furto con l'uso delle armi, in nessun, caso la situazione è ancora peggiore della legittima difesa, significa che chiunque può venire a casa mia e prendersi quello che vuole e lo devo lasciar fare, dopo che se ne è andato chiamerò la polizia, a questo punto non so a quale scopo disturbo le autorità.

panzer@57

Mer, 08/03/2017 - 18:56

Meglio un cattivo processo che un buon funerale.

forbot

Mer, 08/03/2017 - 22:35

Li ho letto tutti, nessuno ha riferito di quest'altra possibilità che suggerisco. Premetto; bisogna avere istallato un sistema di allarme interno anti-infrazione, elettrico e a batterie, in modo da essere svegli e allertati per tempo. Sparare subito, al soffitto o alle pareti, in modo da far intendere chiaramente di essere armati. A quel punto sono avvisati chiaramente che rischiano di beccarsi una pallottola. Difficilmente davanti ad una pistola o un fucile che spara il ladro persiste. L'ultima volta che mi sono entrati in casa, se la sono data a gambe levate, chiaramente non bisogna infierire, anche se ho continuato a sparargli ( bene in alto ) alle spalle anche fuori di casa.

Una-mattina-mi-...

Mer, 08/03/2017 - 22:51

PARE DI CAPIRE CHE, se SI HA LA DISGRAZIA DI RICEVERE la visita dei predoni-ladroni conviene far sparire le tracce e tacere

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 08/03/2017 - 23:01

Una cosa é certa e l'esperienza me lo ha insegnato: il ladro sceglie la casa dove suppone meno rischio nell'impresa. Se sa a priori che in casa ci sono armi e che il proprietario é pronto ad usarle, si guarda bene dal fare la sua incursione.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 09/03/2017 - 00:54

E magari mettergli il sale sulla coda, poi chiedergli scusi le posso sparare? Solo se acconsente, non è reato.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 09/03/2017 - 00:58

@Elkid - sempre a difendere i delinquenti. Ieri, da bamboccione capriccioso, ti vantavi di essere assessore a soli 20 anni, ma di quale paese? di tre persone? Poi ti sei vantato di esserti diplomato copiando i compiti. Bravo, un vero fenomeno. ora vieni qui a fare la morale agli altri, prendendoti la tua dose quotidiana di palate dalla quasi totalità dei partecipanti. Vedo che sei sempre qui, significa che non studi ne lavori. Ne devi mangiare di polenta ancora, bamboccione viziato.

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 09/03/2017 - 07:58

L'unica cosa da fare per porre fine a questa vergogna è liberarsi da chi la difende, politici e magistrati, mandandoli a casa definitivamente.

patrenius

Gio, 09/03/2017 - 08:18

Questa è la prova lampante che lo stato italiano è gestiro e amministrato a favore dei delinquenti: Come fa uno sorpreso nel sonno a valutare tutto cio? E se il ladro anche a mani nude mi può massacrare? Quante volte abbiamo letto di famiglie legate, torturate e massacrate a morte? Certo i giudici vivono in case superblindate con la scorta fuori la porta. Vergogna vergogna vergogna.

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Gio, 09/03/2017 - 08:20

Un vecchio adagio recita: "Meglio un cattivo processo che un buon funerale."

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 09/03/2017 - 11:23

Mi ripeto : "eccesso di legittima difesa" – Ho sempre avvertito in questa frase qualcosa di stridente e contrastante. Se è legittima, come può essere allo stesso tempo condannabile ? Mah, questo è proprio un paese di azzeccagarbugliatori. – (3° invio)---

emigrante48

Ven, 10/03/2017 - 14:03

Miglior soluzione: se avete la possibilitá, sparate per ammazzare e poi prendete il delinquente defunto e lo caricate in macchina per poi scaricarlo in un fosso!! Nemmeno pensare di chiamare i carabinieri!!! Chi entra in casa mia senza invito é una persona morta, uomo, donna o minorenne che sia!!

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Ven, 10/03/2017 - 15:53

Se quello mi da le spalle nel mentre che esce una pistola che cosa aspetto che si giri e mi spari?

aorlansky60

Ven, 10/03/2017 - 16:17

L'attuale regolamentazione italiana in fatto di LEGITTIMA DIFESA descrive perfettamente la filosofia di pensiero vigente in Italia in materia di SICUREZZA : una materia nelle mani di legiferanti STOLTI privi di buon senso totalmente DELIRANTI. Secondo costoro, un cittadino aggredito dovrebbe conservare la lucidità per valutare tutte le opzioni a sua disposizione, prima di doversi difendere; il problema è che col tempo che ci mette per tali considerazioni, i malintenzionati di turno hanno già "fatto" e impacchettato lui e tutta la sua famiglia. RIDICOLO. In certe situazioni non c'è tempo per pensare, SI DEVE AGIRE e BASTA. E' poi inutile continuare a definirla "LEGITTIMA" se la DIFESA PERSONALE all'interno del PROPRIO DOMICILIO viene ostacolata da parte del legiferante e della magistratura, al punto da difendere l'aggressore e penalizzare l'AGGREDITO. Ridicolo.

Keplero17

Sab, 11/03/2017 - 05:58

L'avvocato ha ragione , con questa legge non se ne esce, ed in ogni caso è principalmente un problema politico che questo parlamento di sinistra non può risolvere a favore dell'aggredito. Quindi si ritorna alla politica ed alle elezioni. Gli americani ce l'hanno fatta, noi no.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Sab, 11/03/2017 - 07:50

NOn solo ma appena qualcuno provava a dire che la legge non va bene, il dempocratico telese lo zittiva. E' lo stato che deve difenderci per evitare il cosiddetto "Far West"? Bene un poliziotto o un giudice o un timbratore di cartellini davanti ad ogni abitazione per la nostra difesa. Telese e compagni benpensanti siate coerenti: fatelo.