Il vuoto oltre le poltrone

Tutti concentrati a pensare alle poltrone, a partire da quelle della Rai. Cioè pensare a loro. Ma qualcuno sta pensando al Paese? La domanda sorge spontanea alla luce dei nuovi dati economici, i primi dell'era del governo gialloverde. Sono di ieri, e non promettono niente di buono. La disoccupazione torna a salire, e se non fosse per l'incremento dei contratti a tempo determinato che il Parlamento sta per abolire proprio in queste ore, sarebbe andata ancora peggio. Contemporaneamente l'Istat ci dice che il Pil sta calando, cioè che l'economia sta frenando dopo il piccolo, timido e insufficiente risveglio dei mesi passati.

Già me lo sento Di Maio giustificarsi con il classico «è colpa di chi ci ha preceduto». Cioè di Renzi, che ovviamente scaricava i suoi insuccessi su Monti e Berlusconi e così via fino ad arrivare a Romolo e Remo. È la regola, nessuno si aspettava un miracolo, ma neppure una botta del genere. Alle colpe del passato si unisce evidentemente la sfiducia nel futuro nonostante i sondaggi sulle intenzioni di voto dicano ancora il contrario. Perché un conto sono il tifo e le simpatie (o antipatie) politiche o la generale approvazione del giro di vite imposto all'immigrazione, altro è mettere in salvo il portafogli e le aziende.

Questo governo si è appena insediato e già ci sta impoverendo. E il futuro, evidentemente, preoccupa ancora di più. Lo spread rimane a livelli di allarme, ieri l'altro un'asta dei titoli di Stato non ha centrato l'obiettivo. Le aziende sono preoccupate per l'imminente irrigidimento del mercato del lavoro e tirano i remi in barca. Gli investitori sono allibiti dagli annunci del governo sugli stop alle grandi opere, alla Tav e al gasdotto pugliese (e dalle conseguenti penali). E il caos che regna attorno alle trattative per rilanciare l'Ilva e l'Alitalia non aiuta di certo.

Non ho nulla contro i sovranisti. In tempi non sospetti questo Giornale ha fatto battaglie contro le continue ingerenze politiche ed economiche dell'Europa nei nostri affari. Ma attenzione, la storia è piena di sovrani stolti e incapaci che hanno rovinato il loro popolo. L'uomo forte, l'uomo nuovo, lo si vede e lo si misura nei risultati, non nelle parole e tanto meno negli slogan. Penso che ci aspetti un autunno caldo, per l'economia e la politica più caldo di questo torrido inizio agosto.

Commenti

skywalker

Mer, 01/08/2018 - 15:41

Purtroppo siamo governati dall' "esercito del selfie". Da personaggi che invece di passare la giornate a lavorare per trovare le soluzioni ai problemi del paese, le passano facendo selfie e filmini.

sgarbistefano

Mer, 01/08/2018 - 16:05

Mi perdoni, Sallusti, ma l'ultimo paragrafo del Suo articolo sembra perfettamente tagliato su misura per un altro soggetto: colui che appoggiò il Governo Monti, partecipò al governo Letta e fece il patto del nazzareno con Renzi. I risultati di questo "sovrano", nell'ultimo periodo in cui governò (dal 2008 al novembre 2011)con una maggioranza fortissima, erano fatti di crescita allo zerovirgola, riforme strutturali poche o punte, con tante promesse e rassicurazioni sul fatto che "tutto va bene perchè i ristoranti sono pieni". Tanti slogan, tante promesse e risultati pochini....

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 01/08/2018 - 16:25

Direttore, pensare alle poltrone è pensare al paese. Non sono affatto due concetti scissi. Perché è attraverso le poltrone che poi si farà un servizio pubblico decente o vergognoso come quello fin qui fornito. Il governo in carica aveva espresso la sua scelta che, guarda caso, non va bene al PD (e non c'è niente da meravigliarsi), ma non va bene neanche a FI (e qui casca l'asino). Anzi, qui cascherà la maschera che FI si è messa da qualche anno. Da fuori sembra un partito di centrodestra ma da dentro...

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 01/08/2018 - 16:36

---il direttore prepara già il terreno per le nuove elezioni d'autunno--

LongJohn

Mer, 01/08/2018 - 16:43

Pienamente d’accordo con il direttore, una banda di mediocri al comando.

VittorioMar

Mer, 01/08/2018 - 17:09

..forse è qualcosa che ho già scritto da altre parti,questo è il Governo del Cambiamento e anche se cambiano i nomi sulle poltrone non cambiano nei MINISTERI !!..l'errore lo ha commesso il PRESIDENTE non dando un mandato esplorativo al Centro-Destra ...sarebbe stata una continuità con le regole dell'UE !...e SALVINI non avrebbe goduto di tanta VISIBILITA' e APPREZZAMENTO !!....a Settembre ci sarà la svolta economica?..ma dopo questo Governo ...sarà BUIO PESTO !!.non AUGURIAMOCELO !! il VENTO cambia da OVEST verso EST !!!

Tadoric39

Mer, 01/08/2018 - 17:45

Se le va bene che alla Rai ci siano solo o quasi sinistrosi, faccia pure il sermoncino, così quando lei interverrà in qualche loro trasmissione non la vedremo più con il muso ingrugnito.

GCUK

Mer, 01/08/2018 - 18:20

beh, non per dare la colpa sempre a chi ha preceduto, ma nel secondo trimestre non governavano ancora quelli di oggi. abbiamo avuto 20 anni di stagnazione mista recessione, non vorremo davvero additare chi governa da 2 mesi come responsabile dei dati citati e problemi del paese? non si fa poi alcun riferimento alla frenata dell'intera eurozona per non dire globale? non solo pretestuoso, ma demenziale. Poi faranno malissimo per carita', ci rovineranno tutti come la stampa si affretta profetizzare, ma la colpa dei problemi di oggi ai precedenti governi non la deve dare il governo pentaleghista, sono i cittadini che hanno sentenziato ed a tempo debito giudicheranno chi altri si affrettano a condannare anzitempo. Un'ultima nota, se si parla tanto di poltone RAI e' grazie prevalentemente a FI, quindi facciamo i complimenti alle comparsine dell'opposizione in cerca di protagonismo autodistruttivo piuttosto che al governo

ilrompiballe

Mer, 01/08/2018 - 18:35

Ma guardi Direttore che l'Italia sta andando a rotoli e non da ieri. Che il PIL 2018 sarebbe stato in calo, lo si sapeva da prima del 4 marzo : o no? E che i vari governi dal fatidico 2008 a oggi non abbiano fatto un tubo per correggere i conti, non è una novità. Se poi questa maggioranza raffazzonata non è in grado di governare, ne trarremo le conclusioni. Al momento è già importante che si sia messo uno stop ai calci nel sedere provenienti dall'Europa. Poi si vedrà, ma peggio di come è andata fin'ora non so se potrà andare.

brunog

Mer, 01/08/2018 - 18:41

Il grande assente e la grande delusione sono FI e il suo emerito fondatore. Della rivoluzione della destra liberale e' nato un topolino, forse il risultato piu' evidente e' la protezione del gruppo Mediaset da qualche legislazione ostile. Poi per il cosidetto interesse del paese, l'appoggio di FI ai vari governi di Monti e a quelli venuti dopo dopo ci ha portato dove siamo. Forse i nuovi arrivati non saranno primizie ma non saranno peggio di chi li ha preceduti.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 01/08/2018 - 18:44

E Sallusti che ne pensa della porcata fatta da FI e dal suo Leader nei confronti del Centro-destra e nei confronti di Foa?

Ritratto di Atomix49

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 01/08/2018 - 19:21

@Teodoric39... il suo argomento è validissimo, ma si lasci dire che il modo come voleva essere risolto è peggio del male che si voleva curare. Ora, fermo restando che il governo del cambiamento lo è si ma in peggio, che dire di uno pseudo servizio pubblico che, governato dalle sinistre come lei lamenta, venga lottizzato dai due galli nel pollaio con metodi e persone peggio di chi li ha preceduti? Come dice? Okkio per okkio, molto bene, sono d'accordo, ma allora lei per prima non si deve lamentare degli altri.

Ritratto di Paco_Garan

Paco_Garan

Mer, 01/08/2018 - 19:58

mah, io invece ritengo che questo governo si stia muovendo con molta prudenza, intervenendo dove può e rimandando ad appena possibile quello che non si può fare adesso. Alla fine Di Maio può tranquillamente dare la colpa ai suoi predecessori, considerando anche che è in carica da due mesi; e per il resto non ritengo l'irrigidimento sul mercato una cosa negativa: ho visto l'intervista (su mediaset) di un poveraccio che si dichiarava contento di essere precario a vita, e subito mi è venuto da chiedermi se non fosse un'intervista teleguidata perché una persona libera NON può essere contenta di essere precaria e sottopagata a vita ;)

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 01/08/2018 - 20:21

Qui gatta ci cova ... e vedremo se saranno degli empatici gattini o autentiche belve sanguinarie.

sibieski

Mer, 01/08/2018 - 20:55

insomma sallusti hai toppato in modo imbarazzante e d ancora la meni? hai perso la mia stima.

sgarbistefano

Mer, 01/08/2018 - 21:45

@Atomix... E' ancora presto per dire se questo sarà un governo del cambiamento in peggio. E' assodato, invece, è che i risultati dei precedenti governi (Berlusconi incluso) hanno portato l'Italia nella situazione attuale. Il fatto è che tutta...dico TUTTA l'informazione, da RAI a Cairo a SKY è connotata da forti toni "antisalviniani". Va ad onore di questo Giornale aver saputo mantenere una linea equilibrata (e di questo ne do volentieri atto a Sallusti. Se ora Berlusconi vuol nominare un presidente RAI gradito al PD, faccia pure: ciò rientra nella sua strategia per arginare la Lega. Ma non ci venga a parlare di "questioni di metodo", dopo avere accettato il "metodo Napolitano", appoggiando il governo (Monti) di un Presidente che praticamente lo cacciò da Palazzo Chigi.

Heartland

Mer, 01/08/2018 - 21:54

La situazione radio-televisiva italiana è attualmente surreale. La TV di Stato è ancora totalmente intasata dalla precedente lottizzazione. Le reti Mediaset, anti-governative per definizione. Le TV di Cairo, con questo governo, non vanno per il sottile… Penso che in 70 anni di Repubblica non si era mai verificata una cosa simile: il governo in carica (fra l'altro in piena luna di miele con il popolo italiano) senza alcuna sponda fra i mass-media… Continuerò a leggere solo i blog di questo giornale (sperando che anche qui la censura mainstream non picchi giù duro…)

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 01/08/2018 - 22:17

@Paco_garan... pure la Raggi a Roma dice che è colpa di Romolo e Remo ed in fondo è in carica da soli due anni e passa. Ma come per la Raggi e i suoi frigoriferi, il duo (trio) settebellezze si muove solo sui punti di contratto. Li vedremo quando dovranno affrontare i temi veri della quotidianità nazionale. Si ricordi che tre galli in un pollaio non fanno mai giorno e due dei tre, a turno, devono fare da gallina... intende o debbo fare illustrazione?.

INGVDI

Gio, 02/08/2018 - 00:25

Siamo ancora in luna di miele, ed è per questo che si sollevano poche proteste nei confronti del governo. Anzi, molti commenti sono critici verso Sallusti colpevole di esporre la triste realtà con l'appoggio dei numeri. Sveglia gente!

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Gio, 02/08/2018 - 08:06

Governo del Cambiamento! Diamine Sallusti, un po' di pazienza, vedrai che i container delle merci non li faranno più viaggiare su rotaia (no TAV), ma viaggeranno sulle scie chimiche ..... vale anche per la pedemontana ....

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 02/08/2018 - 08:34

Foa deve farsi da parte, perché ne va del suo buon nome. Se considera che a questa carica di cartone è stata eletta persino Lucia Annunziata...

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 02/08/2018 - 08:40

Il governo ideale è quello che fa finta di governare...al resto pensiamo noi!

Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Gio, 02/08/2018 - 11:46

l'ASTA DEI TITOLI DI STATO A LUGLIO/AGOSTO NON CENTRA MAI L'OBIETTIVO!!!!! SVEEEEEGLIA!!!!!

gedeone@libero.it

Gio, 02/08/2018 - 15:10

Salvini ora si sente forte ed ha cercato ""l'incidente"" per dare la colpa a Forza Italia e Berlusconi. Ne è testimonianza il fatto che solo dopo l'accaduto è andato a parlare con Berlusconi non prima. Cercava l'incidente di percorso, ma le persone intelligenti sanno giudicare. Col cerino in mano ci rimane lui...

Brundob

Gio, 02/08/2018 - 16:45

Atomix49..un commento al suo sarcasmo pseudosaccente e supponente..accompagnato da un avatar che non fara' certo piacere nella tomba a COLUI che aveva una certa affinità con la ricerca della verità. "..il governo del cambiamento lo è si ma in peggio", affermazione che sicuramente vanta tanta carne al fuoco dati i soli 2 mesi in cui è incarica, e trasuda della tipica supponenza di chi ha già capito tutto. Lottizzazione,lei dice "con metodi e persone peggio di chi li ha preceduti", parlando di Foa mi sembra proprio una sparata di chi si schiera prescindere e con la cecità che solitamente caratterizza il tifo da stadio. Non credo lei conosca Foa per quello che scrive, che dice nelle ue conferenze o per quello che è sempre stato il suo impegno a smascherare una informazione strutturata o costruita ad hoc per convogliare un pensiero unico e deviato , di questo ne ha fatto una bandiera e un credo. CONTINUA..

Brundob

Gio, 02/08/2018 - 16:52

Tomix49- Parte 2.Foa si riconosce in Montanelli e se lei di Montanelli e Foa ne avesse letto sicuramente avrebbe riscontrato una ricerca della verità che li accomuna.E'sicuramente una strada in salita per qualsivoglia compagine di governo affrontare un cammino, di certo molto arduo, avendo una informazione main stream quasi esclusivamente schierata contro. Da qui la necesità di sanare una apparato informativo che fino ad ora non si è certo distinto per trasparenza e correttezza visto i cosidetti frame presi come oro colato e amplificati dai grandi media. Devo farle un elenchino o come dice lei, con spocchia e sarcasmo "intende..o devo farle una illustrazione?" PS: si documenti prima di parlare di persone che CERTAMENTE non conosce. A questo proposito potrebbe venirle in aiuto uno strumento quale il web dove potrà legger o assistere a parecchie sue conferenze. Forse se le ascoltasse tralasciano i preconcetti potrà farsene una idea o se preferisce... una illustrazione.