Il web contro il senatore Pepe e il suo "no" al vaccino anti-morbillo

Il senatore Bartolomeo Pepe ha scritto un tweet che ha generato polemiche sull'allarme morbillo degli ultimi giorni: il web si scatena contro il parlamentare

Ha fatto discutere il tweet del senatore Bartolomeo Pepe sulle polemiche degli ultimi giorni in merito all'allarme morbillo, dopo che il ministero della Salute ha diffuso i dati riferiti al 2017.

"Piuttosto che vaccinare 30 bimbi si potrebbero mettere 29 bimbi in classe col primo che prende il morbillo, o #ètroppogratis?", recita il tweet in questione.

Pepe, eletto quando era nel Movimento 5 Stelle e passato poi nel Gruppo Misto, aveva promosso al Senato una proiezione successivamente annullata di "Vaxxed" un controverso documentario sui presunti rischi connessi ai principali vaccini.

Sui social si è scatenata l'ira degli utenti che hanno risposto a tono alla dichiarazioni del parlamentare. "Possiamo dire che dovrebbe dimettersi e non dare fiato alla bocca o non #ètroppogratis?", ha risposto con un tweet un utente.

Commenti

Popi46

Mar, 21/03/2017 - 13:36

Il senatore non sa ciò che dice. Il senatore è stato eletto dal popolo. Il popolo non sa chi elegge. (Sillogismo)

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 21/03/2017 - 14:40

Questo è quello che succede quando i deliri scientifici si impossessano di chi, per caratura culturale, potrebbe, fruttuosamente, portare a termine seri studi sulla vendita domenicale dei pop corn allo stadio o, se del caso, su quella del cocco fresco d'estate sulla battigia.

Antonio43

Mar, 21/03/2017 - 15:00

Premetto che sono a favore delle vaccinazioni senza se e senza ma. Ma una volta qualche decennio fa, non molti, quando un bimbo aveva il morbillo era di norma far prendere il morbillo anche ad un eventuale fratellino o sorellina per evitare che potesse essere contagiato in età più grande con conseguenze a volte anche fatali. Insomma era quasi un passaggio dovuto con le dovute attenzioni naturalmente. Certo, il vaccino esclude la possibilità di complicazioni, quindi è la scelta migliore.

emigrante

Mar, 21/03/2017 - 15:55

Nel 1990, quando per la prima volta venni in Africa, vidi con stupore che la gente di Morbillo moriva come le mosche. Da allora è passato oltre un quarto di secolo, e grazie alle capillari campagne di vaccinazione fin nei più lontani villaggi, con il fuori-strada e a cavallo, grazie al Cielo la situazione è drasticamente migliorata. L'immunità personale e di gregge (quella che protegge anche i rari non vaccinati, perchè il Virus non circola più massivamente nella popolazione) ha reso i casi sporadici. In Kenya ed Ethiopia, dove la Gente ricorda, perché recenti, le epidemie e i numerosi lutti, la Gente chiede le vaccinazioni. Qui, dove i morti non sono più nella memoria dei vaccinati, da un Blog di questo stesso Giornale, per un errato senso di democrazia si consente di fare proclami pericolosi per la Vita. Senatore, vale anche per Lei: concettualmente, è come dare libertà di propaganda all'Isis.

krgferr

Mar, 21/03/2017 - 16:20

Qualcuno dice che nel nostro Paese non esiste mobilità sociale in ascesa: se un tipo del genere è diventato senatore questa affermazione è sicuramente falsa. Saluti. Piero

Mizar00

Mar, 21/03/2017 - 17:04

Quando vedo titoli come "il web contro..." mi viene sempre da ridere. Come se "il web" fosse depositario della verità sacra. Sicuramente sui vaccini la verità NON sta negli studi promossi da chi li produce e vende.

Agev

Mar, 21/03/2017 - 17:22

Per mia esperienza conoscenza quasi tutti gli allarmi della cosiddetta sanità.. Sono indotti e non veritieri.. I più vogliono volutamente creare paura e il vero intento è altro.. Vendere .. Solo vendere e mantenervi nella paura. Tutti i cosiddetti vaccini mi risulta in particolare negli ultimi trent'anni sono serviti a bn altro. Gaetano

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 21/03/2017 - 17:58

@Agev; se tu pensi che i vaccini servono per non farti ammalare capirai perché le case farmaceutiche non hanno interesse a scoprirli e venderli. Per fartelo capire meglio, sappi che le case farmaceutiche hanno interesse a vendere i medicinali e quindi vogliono che tu sia malato. I vaccini prevengono le malattie e l'unico che ci guadagna, risparmiando sulle cure, é lo stato.

Trinky

Mar, 21/03/2017 - 18:18

era del M5S............abbiamo capito tutto! glielo ha detto grillo o la boldrina?

Agev

Mar, 21/03/2017 - 18:45

orione1950 il suo pensiero mi sembra alquanto confuso.. Non voglio fare polemica però sappia una cosa che è ben Al Di La della sua realtà/conoscenza.. Alla medicina.. L'uomo nel brave guarirà da sé tutte le sue cosiddette malattie.. Sono solo effetti. Alla filosofia- Ciò che E'- vive già il/nel mondo.. Presto lo governerà.. Che è la stessa identica cosa. Gaetano