Yara, il legale dei Gambirasio: "Noi mai stati in tv..."

L’avvocato Andrea Pezzotta, legale della famiglia Gambirasio, non accetta la tesi sostenuta dalla difesa di Bossetti che parla di "danni subiti" da un processo mediatico

Dopo la sentenza all'ergastolo di Massimo Bossetti, il legale del muratore di Mapello ha attaccato la stampa e le tv affermando che il processo mediatico ha pesato sul verdetto. Ma alle parole di Claudio Salvagni risponde il legale della famiglia di Yara: "È andato tutto come doveva andare: con quelli di oggi sono 39 i giudici che hanno trattato in varie fasi questo procedimento, e tutti hanno concluso per la colpevolezza di Bossetti".

L’avvocato Andrea Pezzotta, legale della famiglia Gambirasio, poi affonda il colpo e di fatto non accetta la tesi sostenuta dalla difesa che parla di "danni subiti" da un processo mediatico: "Se c’è stato non è per colpa nostra, noi non siamo mai andati in televisione". I familiari di Yara, riferisce l’avvocato, saranno avvisati domani mattina della sentenza della Cassazione, come concordato con il legale questo pomeriggio in una telefonata al termine dell’udienza. Si chiude così per la famiglia Gambirasio un incubo giudiziario cominciato otto anni fa quando gli investigatori si misero sulle tracce di "Ignoto 1". Poi il Dna portò all'identificazione di Bossetti. Oggi la sentenza definitiva.

Commenti

stefi84

Sab, 13/10/2018 - 17:34

I media in questo processo hanno fatto la parte del leone, le indagini credo siano state le più costose della storia giudiziaria, milioni di euro e dopo tutto questo il dubbio rimane, ritengo sarebbe stato più opportuno rifare l'esame in presenza dei difensori. Nel caso sia stato consumato tutto, ritengo la cosa ancora più grave, il buonsenso diceva che una parte andava conservata. Nell'opinione pubblica sono ora in maggioranza quelli che lo ritengono innocente. Una sentenza che lascia molti lati oscuri, non si sa ad esempio come è avvunuto il rapimento.