Yara, spunta un secondo uomo?

Il settimanale Oggi rivela: "C'era un altro furgone nel luogo e nell'ora in cui è scomparsa la 13enne"

Sulla colpevolezza di Massimo Bossetti in questi mesi sono stati sollevati tanti dubbi. E con il processo che entra in fase calda, sono sempre più i dettagli che mettono in bilico la teoria dei pm.

Ora, stando a quanto rivela il settimanale Oggi, spunta pure un altro uomo. Un nome comparso "marginalmente" nelle indagini, ma che tutti conoscono a Brembate. Si tratterebbe del proprietario di un furgone inquadrato dalle stesse telecamere che inchioderebbero Bossetti: un veicolo che fa lo stesso giro attorno alla palestra e nella stessa ora di quello del muratore di Mapello.

Il settimanale lo descrive come un uomo che, vivendo a poca distanza dalla palestra, "spesso si lascerebbe andare ad apprezzamenti sconci verso le ragazze e pare si fosse invaghito di una donna molto vicina a Yara". Su di lui avrebbero già concentrato le attenzioni gli inquirenti, ma lui sarebbe riuscito a difendersi con un alibi inattaccabile. Poco si sa però di quanto siano state approfondite queste indagini, sia sul Dna sia sulla sua presenza nel luogo e nell'ora di scomparsa di Yara Gambirasio.

Commenti
Ritratto di gammasan

gammasan

Mer, 11/11/2015 - 16:05

Dopo tutti i milioni di euro che hanno speso, gli inquirenti hanno bisogno assolutamente di giustificarli con un risultato. Colpevole o no non fa nessuna differenza: Bossetti per loro va bene, quindi non molleranno l'osso...

Libertà75

Mer, 11/11/2015 - 16:19

E così vacilla anche la prova del furgone... che poi non era neppure una prova: un furgone che verosimilmente era quello di Bossetti (verosimilmente)... l'unica cosa che mi domando è se solo i giornalisti di "oggi" stiano a seguire il processo... al giornale sono rimasti solo 4 parolai che fanno copia e incolla dagli altri giornali? manco più pagano la benzina e il panino per andare in giro a fare servizi?

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Mer, 11/11/2015 - 16:27

Da quelle parti comincia a diventare rischioso possedere un camioncino. Peggio se lo si è posseduto e poi venduto: grave indizio di tentativo di occultamento delle prove.

Mizar00

Mer, 11/11/2015 - 16:28

Veramente a me sembra che non abbiano trovato neanche il primo, visto che il video del furgoncino è stato taroccato..

Libertà75

Mer, 11/11/2015 - 16:31

chissà se sia lo stesso uomo basso e calvo di cui parlavo l'aeromodellista che ha rinvenuto il corpo

cicero08

Mer, 11/11/2015 - 16:34

ma allora il tutto è proprio una barzelletta...

Dordolio

Mer, 11/11/2015 - 16:35

Non mi dite.... Ma guarda quante cose saltano fuori ORA. Ma guarda un po'.... c'era anche il molestatore di ragazzine di cui non si era mai parlato. E girava anche lui col suo furgone... Oltre alla macchia di sangue dell'insegnante sulla giacca di Yara... In attesa che Pontalti trovi il posto per ogni tassello di questa storiaccia rinnovo il mio interrogativo: i RIS quando gli sciogliamo e mandiamo i loro uomini a pattugliare le strade? Qui da me l'ultima volta che ho visto una loro auto è stato diversi anni fa.

Dordolio

Mer, 11/11/2015 - 16:41

Libertà75 non mi faccia dire cose sgradevoli (sempre che vengano pubblicate...). Mi interessa il caso in questione perchè penso che il modo con cui viene trattato dalla cosiddetta "giustizia" sia indecente. Ma l'unico giornalista che si degni di dargli la giusta visibilità (UNO E UNO SOLO) è Telese. Che conosco. E che è pure certamente un uomo di sinistra. Gli altri riprendono e scopiazzano. Fate voi...

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 11/11/2015 - 16:52

La telenovela continua, mi sembra che sia stia montando un grande porcata all'italiana, mi chiedo se la farsa del furgone fosse accaduta in un Paese normale, cosa sarebbe successo

Dordolio

Mer, 11/11/2015 - 16:55

Dai che ce la fanno a sistemare ogni cosa. Si tratta solo di un'opera di disinformazione orchestrata da nemici della magistratura, quella in atto, sodali con uno che si faceva le lampade, pensate! Una bella controllata al furgone del "nuovo" personaggio per chiarire ogni dubbio e via... Visto? Non abbiamo trovato niente. Anzi, il furgone neppure esiste più. Oh, perbacco... in fondo sono passati SOLO cinque anni....

baio57

Mer, 11/11/2015 - 17:00

I Ris da Cogne in avanti ,non hanno mai cavato un ragno dal buco.

maricap

Mer, 11/11/2015 - 17:06

Tranquilli, Bossetti alla fine avrà quel che si merita. Le prove, oltre il suo DNA ritrovato, sulla biancheria intima della ragazzina, sono più che sufficienti per fargli passare il resto della sua vita in galera. indipendentemente da quello che scrivono i giornalisti, e chi per la Giustizia ha una vera fobia. A giudicare l'operato del muratore di Mapello, saranno i Giudici, che in questo caso, non saranno traviati dalle loro credenze politiche. Infatti l'imputato, per sua sfortuna, è un italiano.

cicero08

Mer, 11/11/2015 - 17:11

e meno male che ora c'è la legge sulla responsabilità civile dei magistrati...

Libertà75

Mer, 11/11/2015 - 17:46

@maricap, veramente il dna è l'unica prova, ma pure della maestra di danza di yara c'è un dna abbondante (tanto vale allora condannarli per complicità). Per inciso, il dna è stato trovato su un risvolto lungo il fianco verso il posteriore. Insomma in un angolo dove nulla fa pensare ad atti sessuali (non riscontrati in fase di autopsia). Quindi perché presupporre la pedofilia del bossetti e non un delitto passionale legato ad una relazione omosessuale? Non bisogna essere omofobi, bisogna tenere aperte tutte le vie. Il DNA da solo non basta a fare un assassino.

Dordolio

Mer, 11/11/2015 - 18:00

Il bello, Maricap, è che a quanto pare il PRESUNTO DNA di Bossetti era sui leggins non sulla biancheria intima di Yara (test non ripetibile poi...). E lo si è detto dal primo momento. Non si capisce come ci possa essere finito. Come l'evidente e SICURA macchia di sangue di una sua insegnante - su una manica - che solo ora viene evidenziata. E l'insegnante se non ho letto male quel giorno neppure l'aveva incontrata Yara. Tante cose "impossibili". Troppe, direi. In uno scenario di ragazzine ammodino che non ricordano NULLA dell' episodio più eclatante della loro vita...

roberto.morici

Mer, 11/11/2015 - 18:05

Finirà che l'eventuale guardone se non è Bossetti...non vale.

baio57

Mer, 11/11/2015 - 18:11

Nessuna notizia d'agenzia dalla bassa val d'Adige ?

squalotigre

Mer, 11/11/2015 - 18:58

maricap- Gli inquirenti non sanno né quando, né come, né dove , né perché Yara è stata uccisa. Di Bossetti sappiamo che possedeva un Iveco come migliaia di altre persone, che era tradito dalla moglie e che il padre biologico era un altro. Per quanto riguarda il DNA vorrei spiegare che l'esame di esso non ha alcunché di scientifico perché principio fondamentale del metodo scientifico, dai tempi di Galileo, è la ripetitività dell'esame. E poi quale reperto è stato fatto esaminare ai genetisti, caro Pontalti? Da chi è stato reperito? Dagli stessi che hanno montato il filmatino del furgone e che non hanno esaminato le tracce biologiche sugli abiti di Yara, molto più evidenti di quelli che sarebbero stati lasciati dal Bossetti? Dagli stessi che non hanno fatto alcuna analisi sotto il corpo della bambina per vedere se era stata uccisa sul posto o trasportata? Ma sì, mandiamolo all'ergastolo il Bossetti, non è neanche profugo:

OttoKrunz

Mer, 11/11/2015 - 19:21

Libertà75, ovviamente perché è normale che vi siano tracce di contatto fisico con la propria allenatrice, ma non lo è per niente che ve ne siano di quello con uno sconosciuto

Leo Vadala

Mer, 11/11/2015 - 21:05

Ecco perche' mi piace "Il Giornale". Articoli come questo, cosi' chiari, cosi' limpidi, cosi' precisi. Adesso finalmente sappiamo chi ha ucciso la povera Yara - e' stato il maggiordomo.

giosafat

Mer, 11/11/2015 - 21:39

E' il periodo giusto per i funghi chiodini che spuntano ovunque. Peccato che nessuno presti loro attenzione nè faccia un minimo gesto per chinarsi e raccoglierli. Tanto c'è sempre il Bossetti lì, a disposizione....

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 11/11/2015 - 22:59

Yara avrà giustizia con questi poliziotti e magistrati incapaci?

Libertà75

Gio, 12/11/2015 - 11:10

@ottokrunz, si parla di una macchia, non di capelli o forfora. Non ci vuole una laurea in medicina per elencare i liquidi umani (deiezioni, saliva, muco, sangue). Solo il muco potrebbe spiegarsi accidentalmente, ma se è sangue non è assolutamente logico che sia presente sulla giacca della vittima (se poi fosse sangue precedente, sicuramente se ne sarebbero accorti i genitori, per carità, magari sono stati loro a scagionarla e stiamo qui a parlare di aria fritta). Non è comunque logico (in nessun caso) che la maestra abbia potuto utilizzare la manica di un giaccone per pulirsi il proprio sangue dal naso (guarda che coincidenza, se poni resistenza e lotti e ferisci il tuo aguzzino, facilmente gli fai cadere sangue dal naso, il quale come primo luogo di contatto trova le maniche della vittima)

maricap

Gio, 12/11/2015 - 17:26

Part 2) Da quanto sopra riportato, si evince che, il tarocco semmai lo ha fatto, chi ha cercato di far passare come contraffatto il filmino, assemblato con le parti salienti dell'evoluzioni del Camioncino. Questo non è un processo politico, dove certa magistratura interpreta di tutto e di più, e Bossetti quindi avrà quel che si merita, anche in considerazione che non trattasi del solito migrante, sempre difeso ad oltranza, dai soliti noti. Amen.

maricap

Ven, 13/11/2015 - 12:00

Part 1) spedita e rispedita ma mai pubblicata. - Trasmissione televisiva di Rai 3 " Chi l'ha Visto" 11/11/2015. Vengono fatti vedere, sia il montaggio degli spezzoni delle riprese delle telecamere, ovvero il filmino dato ai mass media, che le singole riprese del furgone del Bossetti, che quella sera, s'aggira là proprio dove la ragazzina avrebbe dovuto passare, per andare a casa. Dal carosello effettuato da quel furgone nell'ora fatidica, si evince che quel mezzo, che monta due faretti supplementari sul tettuccio della cabina di guida, non poteva essere altro che quello dell'indagato, dato che non risulta che quel giorno, a quell'ora, per quelle due o tre vie, ci fosse un car rally di Fiat Daily Iveco. (Vero avvocato Salvagni ?) Segue.