"Gli zingari delinquono": casa editrice condannata per discriminazione

La frase su rom e sinti scritta nel volume di diritto penale: il Tribunale Civile di Roma ha ordinato il ritiro del manuale

Non si può associare gli zingari alla parola "delinquenza", tantomeno alla "vendita di merce di provenienza sospetta". Il Tribunale Civile di Roma ha infatti condannato una casa editrice - Gruppo Editoriale Simone - per condotta discriminatoria verso rom e sinti, visto che in una sua pubblicazione la comunità nomade viene automaticamente associata alla commissione di reati.

I giudici, inoltre, hanno ordinato l'immediato il ritiro dal mercato del volume rivolto ad aspiranti avvocati, partecipanti al concorso di abilitazione per l'esercizio della professione. A comunicarlo è l'Associazione 21 luglio e Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione. I due enti, nel giugno 2012, avevano presentato un'azione civile congiunta contro la casa editrice, sostenendo la causa avanzata da D.S., una donna rom sentitasi lesa nella sua dignità in quanto appartenente alla comunità "criminalizzata" nel testo.

Il libro della discordia è stato pubblicato nel 2011 e contiene una raccolta di pareri motivati di diritto penale destinati alla preparazione dell'esame di avvocato. Per spiegare il reato previsto dall'articolo 712 del codice penale ("Acquisto di cose di sospetta provenienza") l'autore del volume prende in esame le circostanze che debbono far sorgere nel soggetto che acquista o riceve il sospetto che la cosa provenga da reato indicando, in particolare, l'acquisto da "un mendicante, da uno zingaro o da un noto pregiudicato". "Associare il termine zingaro alla commissione di reati contro il patrimonio di fatto diffonde uno stereotipo negativo, oltre che un preconcetto razziale privo di fondamento, secondo il quale i rom sono delinquenti per il solo fatto di essere rom" scrivono in una nota Associazione 21 e ASGI.

E così, con la sentenza di primo grado emessa dal Tribunale Civile di Roma, il giudice ha accolto la richiesta di dichiarare discriminatorio il riferimento agli zingari e ha ordinato al Gruppo Editoriale Simone e all'autore della pubblicazione di provvedere al ritiro dal mercato del manuale in questione. Il Tribunale, infine, ha condannato la casa editrice a un risarcimento economico di mille euro nei confronti della gitana che ha fatto causa.

Commenti

marinaio

Mar, 10/03/2015 - 15:35

Ma lo sanno tutti che gli zingari sono delle brave persone. Pagano le tasse, mandano i figli a scuola e vivono onestamente del proprio lavoro. Non sono "sinti" sono "santi".

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Mar, 10/03/2015 - 15:36

Grottesco

Rossana Rossi

Mar, 10/03/2015 - 15:38

Siamo davvero al colmo!!!! Spero che qualcuno si renda conto a che punto di idiozia siamo arrivati...........

Ritratto di drazen

drazen

Mar, 10/03/2015 - 15:42

Auspico che civilissimi rom vadano presto a svaligiare le case di questi ineffabili magistrati!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 10/03/2015 - 15:49

"Cane non mangia cane". Trattare con gli zingari, più o meno, è come trattare con quelli del PD, il cui esponente Massimo d'Alema, è indagato, con insabbiamento, per il saccheggio del Monte dei Paschi, con tanto di cadavere sul selciato. Eppure per i magistrati del PD sono tutti innocenti... Evviva il PD che ci rende tutti uguali.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 10/03/2015 - 15:49

"Cane non mangia cane". Trattare con gli zingari, più o meno, è come trattare con quelli del PD il cui esponente Massimo d'Alema, è indagato con insabbiamento, per il saccheggio del Monte dei Paschi (con tanto di cadavere sul selciato). Eppure per i magistrati del PD sono tutti innocenti... Evviva il PD che ci rende tutti uguali.

Ritratto di sepen

sepen

Mar, 10/03/2015 - 15:56

Va be', il giudice che da ragione agli zingari non fa più notizia da un pezzo...

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mar, 10/03/2015 - 16:00

Ridiamone. Altrimenti ci sarebbe solo da prendere una mannaia per aprire la testa a qualche magistrato o giudice e vedere se dentro c'è la segatura o la melma.

Blueray

Mar, 10/03/2015 - 16:10

E quando salgono sul bus è discriminatorio stringere il borsello o por mano al taccuino per vedere se c'è ancora?

Ritratto di deliziosagrc

deliziosagrc

Mar, 10/03/2015 - 16:12

Ogni giorno una notizia del genere. Ogni giorno un passo in avanti verso il baratro.

Demetrio.Reale

Mar, 10/03/2015 - 16:14

faccio notare che tutto è partito non dalla zingara che figuriamoci se legge un libro, ma da un italiano, tal "danilo giannese" (E' bene che si conosca il nome)

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mar, 10/03/2015 - 16:18

Càspita!... Non sia mai detto!... Tra queste "illuminate" trovate (CHE NEGANO L'EVIDENZA!), la smentita dei TAR per le "unioni arcobaleno" e la direttiva danese sul "gender" alla scuola materna, oggi IL GIORNALE presenta lo spaccato del galoppante sfacelo sociale cui l'Occidente sta andando incontro... Credo che, dopo l'invasione e la presa del potere, ci penseranno i musulmani a rimettere le cose in sesta, come ben dimostrano di ottimamente saper fare dalle loro parti e, sempre più frequentemente, anche in Europa!...

Tuthankamon

Mar, 10/03/2015 - 16:26

Ricordo nella mia infanzia che nelle campagne quando si fermava una carovana di nomadi, i contadini non andavano nemmeno a lavorare. Venivani "in branchi" e, mentre da una parte distraevano e "pietivano", dall'altra spariva di tutto, dagli attrezzi agli animali e al fieno per gli animali (allora i "camper" erano a trazione animale). Questo avveniva un po' in tutta Europa. E non dico il resto della storia (riguardo a donne e bambini) perche' sicuramente mi attirerei le ire dei benpensanti. Il fatto che Hitler li ha deportati nei "campi" era un crimine profondamente ingiusto, ma ebbe buon gioco rispetto all'opinione pubblica del Centro Europa che ne aveva abbastanza. E' una storia politicamente non corretta, ma non ci posso fare niente.

fedeverità

Mar, 10/03/2015 - 16:35

Perchè non è vero? In Italia non si può dire la verità??? Roba da matti!!

Lucky52

Mar, 10/03/2015 - 16:37

E' dalla notte dei tempi che gli zingari preferiscono mantenersi rubando al prossimo e nel modo più vigliacco e ignobile possibile; ai poveri pensionati o lavoratori;mai il coraggio di rapinare una banca. Per questo sono sempre stati cacciati o uccisi sin dal medio evo.Basta non ne possiamo più di questa giustizia a sinistra che perseguita l'onesto e protegge i delinquenti

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mar, 10/03/2015 - 16:41

Chissà come ci è rimasta male la signora D.S. quando, studiando per l'esame di avvocato, si è trovata di fronte ad una tale affermazione, peraltro del tutto infondata. Ora mi aspetto che facciano causa anche i mendicanti ed i pregiudicati!

altanam48

Mar, 10/03/2015 - 16:42

Quando si dice comune sentire. Infatti la sentenza esprime esattamente il pensiero di tutti gli Italiani.Mahh

Roberto.C.

Mar, 10/03/2015 - 16:51

STATE CALMI!! E' SOLO UNA QUESTIONE DI MAZZETTA!!

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 10/03/2015 - 16:56

Tutti sappiamo che gi zingari sono persone che non rubano, non possiedono macchinoni,vogliono integrarsi e non mandano i bambini a chiedere l'elemosina e che i posti dove vivono sono sempre lucidi come il marmo : siete dei razzisti della pèeggiore razza!

Ritratto di fratelli mussulcratici

fratelli mussul...

Mar, 10/03/2015 - 16:56

E desiderabile e necessario che codesti giudici vengano mandati a ripulire i campi ROM, cosi, giusto per far loro capire l'ingiustizia che giorno dopo giorno commettono ai danni degli Italiani.

Maura S.

Mar, 10/03/2015 - 17:05

Che dire....... roba da matti.

Ritratto di deliziosagrc

deliziosagrc

Mar, 10/03/2015 - 18:00

Ve la vedete la zingara che legge il libro, chiama l'avvocato lo paga ecc. Il Giornale dovrebbe fare una bella INCHIESTA. Qui c'è una organizzazione di italiani che assiste, finanzia e promuove queste cause. Chi paga e a che scopo.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 10/03/2015 - 18:00

I magistrati applicano le leggi, e dire che i rom sono delinquenti è una indebita generalizzazione, cioè una discriminazione. E' certamente vero che molti zingari delinquono, ma ci sono sicuramente anche quelli che NON delinquono, che sarebbero discriminati da una tale generalizzazione. Se all'estero dicessero che "gli italiani sono mafiosi", sarebbe una osservazione corretta? Non credo, sarebbe sanzionabile. Però, la generalizzazione sui Rom piace tantissimo perché riguarda gli altri, un gruppo odiato (con ragione) e non noi. Ma io qui non difendo i Rom, difendo i magistrati, sempre nel mirino, anche quando applicano semplicemente le norme in modo super partes.

narteco

Mar, 10/03/2015 - 18:11

Non è la 1 volta che si leggono simili notizie.Non esistono preconcetti o stereotipi sui rom stanziali o sedicenti nomadi.Le denunzie di milioni di persone da tutta europa, italia compresa ci confermano che da tali gruppi di nomadi si hanno numerosi reati di vario tipo,dai furti,rapine agli scippi al traffico di rame,oro,droga e ricettazione di merce rubata,questua e sfruttamento dela prostituzione. Le statistiche basate su tali denunzie evidenziano questo oltre ogni ragionevole dubbio e ci dicono ke i nomadi non vogliono integrarsi macontinuare a vittimizzarsi rubando e minacciando o pestando tutti quelli che li denunziano.Il razzismo e la xenofobia sono solo vili scuse atte a coprire o negare tali crimini che gli onesti cittadini devono subire ogni giorno specie quelli che vivono vicino a campi rom ricettacoli di delinquenza,degrado e inquinamento ambientale. Rimpatrio coatto per tutti i rom verso i paesi di origine e carcere duro per i recidivi sinti italiani previa schedatura

DIAPASON

Mar, 10/03/2015 - 18:16

Questi imparruccati da sepolcri imbiancati vogliono cancellare la storia , il passato, la memoria.Sono dannosi e pericolosi quanto i terroristi islamici che distruggono le statue.

gian paolo cardelli

Mar, 10/03/2015 - 18:20

Per le Legge Penale italiana la responsabilità del reato è individuale, per cui un libro di Diritto che ascriva il crimine ad un'etnia non puo' andar bene. Questo per rispetto verso la materia che il libro si propone di insegnare: che poi quando arrivano quelle persone in una zona i reati si moltiplicano è un'altra faccenda...

claudio faleri

Mar, 10/03/2015 - 18:24

gli zingari sono parassiti ricchi, in più amici della sinistra di me........da, parassiti anche loto vissuti fino ad ora con i soldi di tutti

giosafat

Mar, 10/03/2015 - 18:25

Ormai sono vecchio e ci rido su. I miei figli, finiti gli studi, emigreranno perchè, come me, non sopportano più il fetore della decomposizione che emana questa misera disgraziata Italia. Mi spiace per quelli che arriveranno dopo di me... poveri sfigati.

19gig50

Mar, 10/03/2015 - 18:39

E ti pareva che la magistratura non punisse chi i dice la verità!!

Linucs

Mar, 10/03/2015 - 19:20

E l'olocausto non ce lo vogliamo infilare?

Raoul Pontalti

Mar, 10/03/2015 - 19:44

Nel testo si trovava scritto zingaro o rom? zingaro...e poiché i rom ripudiano il termine zingaro la frase per i rom non poteva essere offensiva, mentre avrebbero motivo di lamentarsi i mendicanti e i pregiudicati. Ma stai calmo Silvio che non è il caso di intraprendere azione legale, il libro è ritirato comunque...

duca di sciabbica

Mar, 10/03/2015 - 19:45

@liberopensiero77 - Argomentazione ineccepibile la Sua, ma Lei pretende un po' troppo dal lettore-tipo del Giornale. Dovrebbe spezzettargliela mollichella mollichella, come si fa con i più piccini.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 10/03/2015 - 19:55

@giosafat: dal profondo del cuore auguro ai suoi figli un avvenire degno di cittadini rispettati e considerati per quello che sono: onesti, laboriosi e rispettosi delle leggi che salvaguardano i cittadini/contribuenti questo per l'Italia e se scelgono liberamente, non costretti dallo sfasciume attuale, anche nei paesi stranieri in cui volessero dimorare.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 10/03/2015 - 19:58

Beh, è come dire che i Francesi, non me ne vogliano, non sono ladri ma ... Bonaparte sì.

tuttoilmondo

Mar, 10/03/2015 - 20:09

Non tutti gli zingari sono ladri, esistono pure le mosche bianche, anche se non ne ho mai vista una.

vince50

Mar, 10/03/2015 - 20:23

Il male dell'Italia siamo noi Italiani,molti anni fa avevano già capito che siamo un popolo bizzarro.

fisis

Mar, 10/03/2015 - 20:35

Ormai, la situazione dell'ordine pubblico in Italia sta talmente degenerando, che solo una virata a destra e, se non è sufficiente, ad estrema destra, può salvarci dal baratro.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 10/03/2015 - 20:58

@fisis: non preoccupiamoci se dobbiamo virare a destra o a sinistra il fatto basilare dell'Italia è che gli italiani, ormai da decenni, si stanno EVIRANDO da soli. Ossequi.

paco51

Mar, 10/03/2015 - 21:10

Non se ne può più! Ma ciò ha un aspetto positivo, fa si che la gente si stufi sempre di più e cominci a pensare ad un cambiamento della legge, a cambiare il sistema a tornare all'antico modo di valutare le cose e a rivedere la nostra costituzione che è superata dai tempi e dai modi.

antiom

Mar, 10/03/2015 - 22:21

Quando apprendo di un cosi strano comportamento della magistratura italiana: mi viene di pensare se esiste un riscontro, una pur lieve similitudine a livello delle Preture europee? Ma penso proprio di no, perchè se cosi fosse non ci sarebbe la presenza cosi massiccia di rom ed extracomunitari in Italia!

tuttoilmondo

Mar, 10/03/2015 - 22:36

liberopensiero77 In modo super parters?! Ma non lo sai quant'è forte la passione politica? E l'appartenenza? E il progetto? I magistrati italiani sono magistrati perché sono vincitori di concorso pubblico. Ho avuto modo di entrare nel merito del concorso pubblico. Le commissioni d'esame non scelgono in base al merito (magari. Avremmo, oggi, fior di dirigenti e funzionari) ma in base ad altro. Alla passione, per esempio. E quella passione ognuno se la porta dentro e ne viene condizionato. Purtroppo è così. Super parters un cavolo.

istroveneto

Mar, 10/03/2015 - 22:51

Quando i sinistri dicono che i destri sono stupidi o culturalmente sottosviluppati, spesso (purtroppo) hanno ragione. Invece di dire che gli zingari sono dei delinquenti (incorrendo nelle ire anti razziste dei giudici), dovevano dire che tra gli zingari la percentuale di delinquenti e' elevatissima. Cosi' si sfugge all'ipotesi di razzismo e si passa comunque l'idea che il popolo italiano e' stufo di essere rapinato da certa gentaglia. E' una questione di stile, come sempre.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 10/03/2015 - 22:59

Beh....dopo tutto quello che vedo in televisione, effettivamente il Signor Danilo Giannese ha sollevato la questione, chiedo al "Signore" di rispondere come fanno a vivere i Rom, come fanno a campare, come fanno a possedere macchine di lusso, come fanno a comprare il mangiare visto che NON lavorano???? DELINQUONO o mendicano ai semafori minacciando con frasi ingiuste chi chiude i finestrini per non essere importunato e chi giornalmente si rompe il fondo schiena per sopravvivere ONESTAMENTE e LEGALMENTE in questo schifo di società che sembra denigrare gli ITALIANI e apprezzare altri! Mi piacerebbe essere smentito ma con PROVE!!

Daitarn

Mar, 10/03/2015 - 23:40

Scusate ,ma perche farsela con i magistrati? loro eseguono solamente ordini impartiti dall'alto(Nazareno) da bravi soldatini,altrimenti cambiano mestiere...

claudio63

Mer, 11/03/2015 - 02:11

Libero pensiero77: per una volta sono d'accordo con lei, anche se gli zingari, o rom che dir si voglia rappresentano una comunita' antipatica e poco avvezza alle regole del comune e civile comportarsi, tuttavia la generalizzazione ha effetti collaterali pesantissimi; si potrebbero ricordare i testi sui "Saggi di Sion" e le " scientifiche" affermazioni sulla superiorita della razza ariana degli anni passati? pur essendo bananas e quindi un individualista, sono ancora convinto che e' l'individuo e' da giudicare,non la sua provenienza o passaporto.

NON RASSEGNATO

Mer, 11/03/2015 - 05:57

Non c'è maggior cieco di chi non vuol vedere

BRAMBOREF

Mer, 11/03/2015 - 07:40

GIGI86 Magistrati d' avanguardia!!

SanSilvioDaArcore

Mer, 11/03/2015 - 07:53

La verità fa male...

swiller

Mer, 11/03/2015 - 08:29

Perfettamente solidale con la casa editrice, diciamo pane al pane.

epc

Mer, 11/03/2015 - 08:30

Ne deduco quindi che se domani dovessi acquistare un bene rubato da uno zingaro non sarei accustao di "incauto acquisto"? Sicuramente no. Comunque spero che la casa editrice presenti immediatamente ricorso: sono certo che ci sono precedenti sentenze in cui l'aver acquistato qualcosa da uno zingaro è stato considerato sufficiente per far scattare l'accusa di cui sopra.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 11/03/2015 - 09:07

Una domanda ,se possibile , senza incorrere negli strali della giustizia che ,giustamente,controlla strettamente gli Italiani. Gli zingari pagano le tasse ,per esempio la Tari ? qualcuno controlla ?

Tuthankamon

Mer, 11/03/2015 - 09:14

Per completare la questione. I Paesi che contano del centro e nord Europa hanno spinto, anche in tempi recenti, i nomadi/gli zingari verso l'Italia in particolare (ma anche la Spagna) perche' da noi i controlli sono quasi inesistenti oppure c'e' la tolleranza "alla Boldrini" con i risultati che vediamo. Provate a chiedere a un Ungherese o a un Polacco o a un Francese (non voglio dire Tedesco o Austriaco) cosa pensa degli Zingari!

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 11/03/2015 - 09:23

i soliti errori sono i "magistrati" che delinquono, non gli zingari, scrivete meglio..

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 11/03/2015 - 09:27

libero pensiero e' vero ha ragione nonostante l'alta percentuale di LADRI A SINISTRA e corrotti tra i magistrati, e' discriminante dire che i sinistri sono ladri e i magistrati sono tutti corrotti poiche' qualcuno di sano in ambo i gruppi ne esiste ancora

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 11/03/2015 - 09:41

@Franco_I. Io non vorrei fare l'avvocato difensore dei Rom, perché spesso delinquono. Però non si può nemmeno fare di tutta l'erba un fascio. Lei dice che sono tutti delinquenti, e che le piacerebbe essere smentito da PROVE. Questo è un approccio anti-giuridico. In Italia la responsabilità penale è individuale, come precisa la ns. Costituzione, ed esiste anche la presunzione di innocenza, fino a prova contraria. Quindi, se si vuole accusare qualcuno di un reato, bisogna portare le prove di colpevolezza, e non chiedere all'accusato di dimostrare la sua innocenza. Lei vuole introdurre l'inversione dell'onere della prova? Cioè uno è colpevole finché non dimostra la sua innocenza? Questo sarebbe un ORRORE GIURIDICO, spero che se ne renda conto. Sul fatto che i rom fanno spesso accattonaggio, dal 1995 non è più reato, anche gli indigenti lo fanno.

narteco

Mer, 11/03/2015 - 12:04

Razzismo xenofobia o internati rom nei campi nazisti sono solo ridicole e laide scusanti vilmente usati dai protettori agitprop dei rom come dijana Pavlovic e compagni che seguitano a dire ke i rom che delinquono sono solo 4gatti quando i dati di Polizia e del popolo derubato irrefutabilmente dicono che la % di delinquenti zingari e' elevatissima,chi non delinque all'interno dei campi come bambini,vecchi,gravide e neonati al seno o disabili vengono sfruttati X elemosinare e son cmq complici dei loro crimini,visto ke non vi sono mai state denunzie di rom contro altri rom X le quotidiane predazioni e illeciti.L’ORRORE GIURIDICO ossia che uno è colpevole finché non dimostra la sua innocenza le toghe rosse l’han usato e usano solo X il berlusca e affini senza alcuna prova,Ruby docet,X i rom usano tanta tolleranza e la responsabilità è individuale malgrado i rom siano gruppo unico e omertoso tra loro con reiterazioni giornaliere delle loro azioni malavitose impuni ke così aumentano