"Ztl Lo Russo": lì i carabinieri scoprono l'arsenale della camorra

Nel vano, i carabinieri hanno trovato tre kalashnikov, un fucile a pompa, due mitragliette e una carabina

A Napoli, nel quartiere Milano, i carabinieri hanno scoperto un arsenale della camorra, all'interno di una macchina parcheggiata nella zona in cui comanda il clan Lo Russo. Il loro potere è ancora così ben radicato che i militari hanno scoperto su un muro la scritta "ztl Lo Russo", a indicare che il traffico della via è impedito a coloro che non apprtengono al clan.

In una zona di case popolari, una Lancia Y si mimetizzava in mezzo alle altre vetture parcheggiate fuori dai palazzi. Sembrava addirittura abbandonata, in disuso. E forse potrebbe essere stato questo dettaglio ad aver insospettito i militari.

Guidati dai cani dell'unità cinofila, le forze dell'ordine hanno scoperto un arsenale, nel quale erano nascosti tre kalashnikov, un fucile a pompa, due mitragliette, una carabina calibro 44 rubata e 464 cartucce anche per armi di altro calibro. Un video girato dai carabinieri mostra le fasi del ritrovamento delle armi.

I camorristi avevano nascosto le armi in un vano, ricavato sotto i sedili posteriori dell'auto. I militari hanno poi perquisito gli edifici circostanti, rimuovendo porte di ferro e cancellate abusive, con l'aiuto dei vigili del fuoco. Dietro una di queste, sono stati scoperti e sequestrati 3756 pacchetti di sigarette di contrabbando, che due coniugi, ora in stato di arresto, vendevano.

Nonostante le forze dell'ordine abbiano inferto, negli ultimi tempi, duri colpi al clan Lo Russo, il quartiere Milano di Napoli è ancora una zona controllata da tali camorristi, tanto che sulla facciata di un muro spicca la scritta "ztl Lo Russo": nessun'altro può passare da lì.