Cronografo e al quarzo Ora Bulova curva il suo «Precisionist»

Sosteneva Joseph Bulova, che avviò l'attività, in quel di New York nel 1875, aprendo una gioielleria a suo nome: «Quando ho iniziato, mi sono convinto che la qualità sarebbe stata il fondamento su cui costruire. E ancora oggi è questo il principio che ci ispira». Una filosofia che i suoi successori hanno sempre seguito, dando vita, in particolare, al celeberrimo Accutron nel 1960, con un diapason come organo regolatore (vibrava alla frequenza di 360 Hz), e alla successiva collaborazione con la NASA fino al 1973, fino ad arrivare al movimento Precisionist, lanciato nel 2010. Oggi, sulla base di questo calibro, nella sua versione cronografica, Bulova scrive un altro capitolo d'eccellenza della sua storia. Premettiamo che il movimento Precisionist impiega un esclusivo cristallo di quarzo a tre denti invece della normale versione a due denti: ciò permette, grazie alla creazione di un risonatore di torsione, una vibrazione del cristallo di quarzo a 262.144 kHz - la frequenza maggiore tra tutti gli orologi disponibili sul mercato -, otto volte superiore rispetto ai tradizionali cristalli al quarzo (32 kHz) -, a garanzia di uno scarto di 10 secondi all'anno, in luogo dei 15 secondi al mese, di media, per i classici movimenti al quarzo. Partendo dal Precisionist cronografo, dunque, Bulova ha voluto curvarlo brevettando, ovviamente, il risultato finale costruendovi attorno una cassa da 44 mm altrettanto ricurva (così come il vetro zaffiro) e dal design ergonomico, con uno spessore limitato a 9,6 mm. L'orologio è stato denominato CURV, e la sua presentazione è avvenuta quest'anno, a Baselworld. Il primo cronografo al quarzo al mondo, dotato di movimento incurvato, dall'avanzata tecnologia e con una raffinata semplicità aerodinamica, è declinato in 12 versioni, sia classiche che sportive, in acciaio o acciaio IP Rose Gold, in cui risalta il pezzo forte caratterizzato da fondello con movimento a vista, quadrante trasparente, cassa e fibbia in titanio e cinturino in gomma nera (prezzo di 975; il resto dei modelli oscilla dai 645 agli 800 euro). Afferma il presidente di Bulova, Jeffrey Cohen: «Bulova sa che per rimanere in carreggiata è necessario posizionarsi sempre in testa, avere una mentalità innovativa e competitiva che conduca da un successo all'altro».

FRin