Un cronografo giallo e nero per volare sopra l’Everest

Paul Picot presenta il C-Type con una nuova cassa quadrata da 42 mm

Paul Per il 2006 la collezione del Gentleman si arricchisce di una nuova versione. Il Gentleman Chrono Bicompax, uno tra i modelli più famosi di Paul Picot, propone già numerose varianti di quadrante: dai classici argenté e neri con cifre applicate ai più originali bianco e nero in smalto con cifre dipinte. Nel 2006 il Gentleman Chrono Bicompax si arricchisce di una nuova funzione: il datario.
Disposto a ore sei, tra i due contatori del bicompax, il datario si apre a mezzaluna con l'indicazione dei tre giorni. Le caratteristiche tecniche restano quelle classiche del Bicompax: Il vetro è in zaffiro sferico bombato. Il movimento è automatico. Corona a vite. Quadrante: Argentè e nero con contatori in tinta o contrasto. Il fondo della cassa è personalizzato (come per tutte le versioni) con un bassorilievo. Impermeabile fino a 50 metri. Disponibile anche con bracciale in metallo. Una caratteristica estetica distinguerà il Gentleman Chrono Date il cinturino in pelle di vitello per selleria della migliore qualità, conciato con sostanze vegetali. Fibbia deployante con pulsanti originale Picot.
Un momento per ricordare. Abbiamo tutti ancora negli occhi le tragiche immagini dell'ultimo volo di Angelo D'Arrigo, campione mondiale e recordman pluridecorato di volo libero, capace d'imprese straordinarie, quali il sorvolo dell'Everest e recentemente, ancora più in alto, trasportato dalle correnti ascensionali andine che si sviluppano in prossimità del monte Aconcagua (6.962 metri), oltre i 10.000 metri. E proprio Aconcagua era stato denominato il modello di cronografo C-Type, con cui Paul Picot aveva equipaggiato D'Arrigo per la sua ultima incredibile performance. Così, in un clima sommesso ed ancora profondamente toccati dall'accaduto, Mario e Franco Boiocchi, timonieri di Paul Picot hanno affrontato la kermesse di Baselworld, consapevoli, comunque, di dover celebrare il trentesimo anno di attività in modo positivo e, soprattutto, propositivo. Nel 2006, Paul Picot ha voluto ampliare la collezione, sviluppandola su cassa quadrata da 42 x 42 mm, senza tuttavia discostarsi dal Dna «C-Type» e, anzi, dando maggior rilievo alla componente dell'eleganza, costruita sulla rigorosa geometria delle anse monoblocco, dei pulsanti cronografici, delle spallette di protezione della corona serrata a vite ed alla finitura satinata. Il giallo caratterizza anche il C-Type Chronograph Carré, dotato di movimento meccanico automatico con modulo per la cronografia DD2021 (28.800 alternanze/ora e 57 rubini). Il quadrante nero profondo, presenta i secondi crono centrali, i secondi continui al 3, le ore crono al 6, i minuti crono al 9 ed è protetto da vetro zaffiro antiriflesso. Impermeabile fino a 100 metri e con cinturino in caucciù giallo o nero, questo modello è prodotto in edizione limitata a 999 esemplari ed è offerto in una speciale Protector Case in resina sintetica, impermeabile e inossidabile.
Segnaliamo, poi, nuove versioni di quadrante del Tecnograph (il maggior successo della Maison di Le Noirmont nel 2005), nei colori rosso, giallo e marrone con cinturini in tono, elaboratoa anche nella preziosa versione pavé.