Cronometro, oro a Grabsch deludenti gli azzurri Malori cerca il bis in linea

Varese. Il tedesco Bert Grabsch ha raccolto l'eredità di Cancellara e si è laureato campione mondiale della cronometro professionisti. Il portacolori del Team Columbia ha preceduto il canadese Svein Tuft (frenato nel finale da una caduta) e lo statunitense Zabriskie. Al quarto posto l'altro americano, Levi Leipheimer. La delusione di giornata è rappresentata dall'australiano Michael Rogers che è finito fuori dai primi dieci. Hanno mancato l'obiettivo anche i due italiani: Marco Pinotti e Manuel Quinziato che hanno terminato la loro prova al tredicesimo e quattordicesimo posto.
«Oggi è stata l’ultima uscita. Siamo pronti – ha detto Rosario Fina, tecnico degli azzurrini under 23, che sono chiamati a conquistare l’iride nella prova in linea -. Ad Adriano Malori, neo campione del mondo crono Under 23, è stato assegnato il compito di essere il nostro centravanti dopo la metà della gara. La nostra è una nazionale propositiva. Abbiamo un Damiano Caruso che ha disputato un buon Tour de l’Avenir ed è atleta di grande esperienza. Certo che nazioni come l’Australia e l’Inghilterra sono tra le favorite; come ho già avuto modo di dire non siamo la nazione da battere ma ci crediamo, i ragazzi vogliono almeno provarci». Questi i sei atleti al via: Borchi, Caruso, Malori, Oss, Pirazzi, Ponzi.
Tv: diretta Europsort (13) e , Rai 3 ( 15.10)