Via Crucis seguita in tv da 5 milioni di italiani

«Il nostro Dio non è un Dio lontano, intoccabile nella sua beatitudine, il nostro Dio ha un cuore, anzi ha un cuore di carne, si è fatto carne proprio per poter soffrire con noi nelle nostre sofferenze, si è fatto uomo per darci un cuore di carne e risvegliare in noi l'amore per i nostri fratelli sofferenti». Sono le parole con cui, l’altra sera, Benedetto XVI ha concluso la via Crucis, al Colosseo. Migliaia di persone lo hanno accompagnato lungo il corteo sacro che ha attraversato le strade di Roma. Ormai è quasi notte e, dopo le 14 stazioni della processione, il Pontefice (che ha portato la croce nella prima e nella quattordicesima tappa) si rivolge ai fedeli e spiega il senso della via Crucis e dell’incarnazione. Oltre alle migliaia di fedeli presenti, milioni seguono il rito in tv: le immagini raggiungono 41 Paesi e appaiono su 67 reti. Tanto che il rito, trasmesso in diretta da Raiuno dalle 21.07 alle 23.02, è stato il programma più visto della prima serata, con 5.072.000 spettatori e uno share del 22,63%. Anche l’anno scorso la via Crucis, la prima di Benedetto XVI, era risultata il programma più seguito nella prima serata, con 5.536.000 spettatori e uno share del 23,67%.