Cruise e Holmes arrivati a Roma A Bracciano tre giorni di festa

I fan hanno preso d’assalto l’hotel in cui alloggia la coppia nella Capitale. Al Castello Odescalchi ultimi preparativi per le nozze. I paparazzi si preparano alla caccia dei divi

da Roma

Il divo è arrivato. E, a giudicare dal traffico in tilt, si è visto. Roma ha accolto ieri mattina Tom Cruise, sbarcato a Ciampino con un jet privato, assieme a un seguito di 10 persone. Ad attenderlo nello scalo romano, una Limousine nera. L’attore è stato poi scortato con la madre e i tre figli (due adottati nel matrimonio con Nicole Kidman, l’ultima, Suri, nata da Katie Holmes) all’hotel Hassler di Piazza della Trinità de’ Monti.
Il sex symbol si sposerà con Katie Holmes nel castello degli Odescalchi, a Bracciano, luogo già conosciuto alle cronache mondane per il matrimonio di Eros Ramazzotti e Michelle Hunzinker del 24 aprile 1998 oltre che per altri, sensazionali, sposalizi. Il matrimonio, organizzato dalla principessa Antonietta Pacelli Odescalchi, madre di Ascanio, prevede tre giorni di festeggiamenti, dal 16 al 18 novembre. Sarà officiato con il rito di Scientology. A quanto si apprende Tom Cruise intende regalare alla sposa un gatto e un pettine, come vuole la tradizione. Il portavoce romano di Scientology, Fabrizio D'Agostino, ha precisato che «la Chiesa di Scientology di Roma non sarà coinvolta nelle nozze fra Tom Cruise e Katie Holmes. Probabilmente il divo americano avrà portato con sé dagli Stati Uniti i ministri officianti». D’Agostino ha aggiunto: «Sarà un matrimonio che definirei “classico”. Il padre che accompagna la sposa all'altare, lo scambio degli anelli, il giuramento di reciproca fedeltà e aiuto soprattutto per ciò che riguarda le necessità materiali del partner».
Gli ospiti saranno selezionatissimi, e molti di loro arriveranno da Hollywood a Roma con l'aereo pilotato da John Travolta, altro attore americano ad aver aderito a Scientology. Sono previsti oltre 500 invitati tra star italiane e internazionali, tra i quali i coniugi David e Victoria Beckham e il «gladiatore» Russell Crowe. Gli sposi vestiranno Armani.
Nel pomeriggio si è in poco tempo radunata una folla di curiosi davanti all’hotel Hassler. Il capannello, formato soprattutto da turisti stranieri, ha atteso invano i due divi fino a notte fonda, con la speranza di scattare immagini-ricordo. Le forze dell’ordine hanno faticato a tenere concentrati i fan dei divi e il traffico si è immediatamante bloccato. I temuti paparazzi si sono poi lanciati nel tardo pomeriggio all’inseguimento di un’auto su cui si pensava ci fosse Cruise. Sorpresa: dall’auto sono scese soltanto la piccola Suri e un’accompagnatrice.
Secondo quanto riportato dall’agenzia Adnkronos, l'organizzazione del matrimonio avrebbe chiesto alla prefettura di Roma di disporre un provvedimento di divieto di sorvolo di tutta l'area del maniero. Obiettivo, impedire a fotografi e cineoperatori «blitz» aerei. Una misura eccezionale, adottata in passato solo per eventi di straordinaria rilevanza, come il vertice Nato-Russia a Pratica di Mare, la cerimonia della firma del Trattato costituzionale europeo o l'insediamento al pontificato di Papa Benedetto XVI.
Intanto, il sindaco di Bracciano, Patrizia Riccioni, starebbe pensando di conferire la cittadinanza onoraria ai due divi. Tanto parlare di Bracciano non si era mai sentito prima!