Css, brasiliane scatenate in pista

Sesso, provocazione e divertimento. Sono le tre parole d'ordine del gruppo alternativo brasiliano più chiacchierato del momento: Cansei de Ser Sexy. Letteralmente: stanca di essere sexy. Una frase attribuita a Beyoncé, presa a prestito da un collettivo di San Paolo di cui fanno parte un ragazzo (produttore e polistrimentista) e cinque eccentriche fanciulle a proprio agio in un clima da festa continua. La stessa atmosfera che si respira alle loro tiratissime esibizioni, come possono testimoniare i milanesi che hanno danzato e «pogato» (ossia si sono scontrati gli uni contro gli altri) durante il frizzante show che si è tenuto al Transilvania Live nel dicembre scorso. Il concerto sarà replicato questa sera ai Magazzini Generali. Supporter: i folkettari Usa Tilly and the Wall e le promesse pop-rock inglesi Holloways.
Bando agli equivoci: il sestetto, lanciato attraverso un tam tam via Internet, non ha nulla che vedere con la bossanova né con qualsivoglia variante della musica contemporanea brasiliana. Il sound dei CSS è ridotto all'osso e vive su basi drum-machine, tastiere Casio e giri di basso e riff di chitarra elementari, in precario equilibrio tra rimandi elettro-clash alla Peaches e rock per «rrriot girl» elettroniche, ritmiche punk-funk di scuola LCD Soundsystem e pulsioni pop pseudo femministe, Blondie, la new wave anni Ottanta e i Tom Tom Club. Ascoltate l'omonimo album d'esordio (uscito su etichetta Sub Pop) e concorderete. A guidare la scatenata ciurma rock-elettronica dalla spiccata attitudine punk, la cantante nippo-brasiliana Lovefoxxx, perfetto sex symbol no global-chic del terzo millennio: sciatta in maniera studiata, sfacciata e disobbediente, sul palco è davvero incontenibile.
Cansei de Ser Sexy
Stasera ore 21
Magazzini Generali via Pietrasanta 14
Ingresso 15 euro