Cuba, attore italiano strangolato a L'Avana

Franco Bozzo, milanese, 68 anni, che lavorava nel mondo dello spettacolo, è stato trovato strangolato nel suo appartamento al Vedado dove viveva da alcuni mesi. Conferme dall'ambasciata italiana a Cuba

L'Avana - Un italiano è stato trovato morto strangolato in un appartamento dell’Avana. Lo hanno detto oggi fonti diplomatiche italiane. L’omicidio di Franco Bozzo, un attore che lavorava nel mondo dello spettacolo a Cuba da qualche mese, è stato confermato oggi dalle autorità cubane. La polizia ha aperto un’inchiesta. Bozzo è stato trovato morto ieri da amici nell’appartamento dove risiedeva nel quartiere del Vedado.  

Conferme Lo ha confermato il consigliere dell’ambasciata italiana a Cuba Marco Giomini a Skytg 24. Secondo quanto riferito, il cadavere sarebbe stato scoperto da alcuni amici della vittima che hanno avvertito i familiari. Questi ultimi, ha detto il diplomatico, hanno contattato l’ambasciata che ha ricevuto conferme dalle autorità cubane. L’uomo, ha spiegato Giomini, "era domiciliato a L’Avana da qualche tempo ma era ancora formalmente residente in Italia". I familiari sarebbero originari di Milano. "La vittima mi pare fosse del 1941, ma non sappiamo da quanto tempo era qui e cosa facesse. Abbiamo saputo dai familiari che lavorava nel mondo dello spettacolo" ha precisato il diplomatico italiano.