Cuba avvia importanti manovre militari

Il generale Raul Castro, capo dell'esercito, potrà mobilitare fino a quattro milioni di persone, su una popolazione totale di 11 milioni

Cuba ha avviato imponenti manovre militari con l'obiettivo di preparare il Paese a un eventuale attacco degli Stati Uniti. Si tratta delle prime esercitazioni di un certo rilievo da cinque anni, malgrado la crisi economica che ha colpito l'isola comunista. «Le manovre strategiche Bastione 2009» hanno per obiettivo «principale di preparare azioni militari per rispondere a un'eventuale aggressione militare in grande scala del nemico», scrive il quotidiano Juventud rebelde. «Un'aggressione militare resta nei piani dell'Impero» americano, sottolinea l'agenzia di informazione nazionale cubana Ain. Per le manovre in corso che si concluderanno domenica prossima, il generale Raul Castro, capo dell'esercito, potrà mobilitare fino a quattro milioni di persone, su una popolazione totale di 11 milioni, secondo i media cubani.