Cuba, fallite tre operazioni Fidel Castro è molto grave

Tre interventi a vuoto all'intestino crasso per il lider maximo, in ospedale a L'Avana, che ora soffre di una diverticolite degenerata in peritonite. Le sue condizioni preoccupano familiari e staff medico, nonostante le smentite ufficiali

L'Avana - Tre interventi chirurgici a vuoto. E il "lider" cubano Fidel Castro si trova ora in gravi condizioni, con una diverticolite degenerata in peritonite, secondo il sito internet di El Pais. Il giornale cita due fonti mediche dell'ospedale di Madrid dove lavora un chirurgo che il mese scorso ha visitato all'Avana il "lider maximo", riferendo poi che egli non era malato di cancro, contrariamente a quanto sostenuto da responsabili Usa, che lo davano addirittura in fase terminale.

Tre operazioni Secondo El Pais Fidel è in gravi condizioni, per complicanze seguite a tre operazioni non riuscite all'intestino crasso. La diverticolite sofferta dal presidente cubano si è aggravata fino a dare origine a una peritonite. Il 31 luglio scorso Fidel Castro ha "temporaneamente" ceduto i suoi poteri al fratello Raul, ministro della Difesa. Poco prima delle rivelazioni di El Pais, un diplomatico aveva affermato che Castro non ha il cancro e che i suoi problemi di salute dipendono principalmente dai punti di sutura applicati dopo un intervento chirurgico allo stomaco cui è stato sottoposto nel luglio scorso. Il diplomatico, che ha chiesto di restare anonimo, era tra i membri di una delegazione straniera che ha assistito ieri a Quito al giuramento del presidente ecuadoriano Rafael Correa. "Fidel ha problemi con i punti di sutura", ha detto la fonte alla Reuters. Secondo il diplomatico, nel dicembre scorso Castro è stato portato in sala operatoria sette volte nello stesso giorno per cercare di risolvere il problema ai punti di sutura. La fonte non ha fornito dettagli nè sul tipo nè sull'esito dei plurimi interventi.

Rassicurazioni Nel messaggio di auguri per il nuovo anno, trasmesso il 30 dicembre, Castro ha detto ai cubani che si stava lentamente riprendendo e che il suo ristabilimento era "lungi dall'essere una battaglia perduta". Il mese scorso, il medico spagnolo che lo aveva visitato aveva affermato che il "lider maximo" non era malato di cancro e che avrebbe potuto tornare al potere se si fosse ristabilito completamente. Sabato scorso, il figlio maggiore di Castro, Fidel Castro Diaz-Balart, soprannominato Fidelito, ha rilasciato dichiarazioni rassicuranti. "Sta meglio, meglio, lo vedo migliorare", ha detto ai giornalisti in Cile, aggiungendo che suo padre era di "umore positivo e ottimistico".

Prognosi La prognosi per Castro - scrive il sito Internet di El Pais - è "molto seria" e viene nutrito per fleboclisi. Secondo il giornale, la prima operazione, per asportare parte dell'intestino affetta da diverticolosi e realizzare un' anastomosi (collegamento) tra colon e retto, è fallita. La rottura dell'anastomosi ha prodotto una diffusione di materiale fecale nell'addome, con conseguente peritonite. Non è riuscito neanche un secondo intervento, mirante a ripulire e drenare la zona infetta, come pure a praticare una colostomia. Con una terza operazione è stata poi impiantata una protesi. Quando, alla fine di dicembre, il chirurgo spagnolo Josè Luis Garcia Sabrido ha visitato Castro - aggiunge El Pais - i medici cubani stavano pensando se procedere a un quarto intervento. "Il paziente ha richiesto un drenaggio di oltre mezzo litro di fluidi al giorno, ciò che gli sta causando una grave perdita di nutrimento", precisa il giornale.

Gli esuli cubani: forse è morto Fidel Castro potrebbe essere già morto, secondo Rigoberto Carceller leader della principale organizzazione di esuli cubani in Spagna. «Potrebbe essere già morto, e se no è certo gravissimo» ha detto all'Ansa Carceller, presidente di "Cuba Democrazia, adesso" sottolineando di avere informazioni dall'Avana secondo cui i medici che stanno curando il Comandante «sono completamente isolati, persino dalle loro famiglie».

Chavez: Castro non è grave Il presidente venezuelano Hugo Chavez smentisce che il lider maximo sia in fin di vita: "Non versa attualmente in gravi condizioni ma il suo lento processo di recupero dopo l'intervento chirurgico non è senza rischi".