«A Cuba mi hanno lavato il cervello»

La giornalista del quotidiano Repubblica Francesca Caferri, espulsa da Cuba dopo l’inviato del Corriere della Sera, è giunta all'aeroporto di Fiumicino. «Le persone che mi hanno prelevato dall'albergo in cui pernottavo - ha riferito - sono state davvero molto rudi: quando sono entrate nella mia stanza stavo ultimando l'articolo sui dissidenti, ma sono stata costretta a spegnere il computer e a seguirli con la forza. In una saletta mi hanno fatto una specie di lavaggio del cervello, spiegandomi le relazioni tra Usa e Cuba. Quindi sono stata espulsa dal Paese».