Cuba sbarca a Rimini dal compagno Diliberto

Già Rimini, fuori stagione, ha un’atmosfera demodé, retrò, vintage, felliniana, ma felliniana triste; tutto, anche il lungomare, sa di polvere di stelle. Immaginiamo, dunque, il sentimento di nostalgia che alcune anime «rosse» proveranno nel vedere per la città le delegazioni di Cuba, Cina e Brasile, gli ultimi Paesi che «ci stanno provando». Accade in occasione del sesto congresso dei Comunisti italiani, aperto ieri dal Pdci Oliviero Diliberto (che domani lo chiuderà). Il suo sogno alla vodka rivolto ai compagni Pd, Idv, Sel e Rifondazione è «unificare tutti i comunisti». Diliberto, in vena di sopravvivenza, ha già promesso «fiducia eterna a un esecutivo Pd in cambio di 10 seggi». Come dire, dalla vodka russa a un piatto di lenticchie.