«Cuccioli e campagna» Dagli animali all’arredamento tutto quanto fa country

Valeria Arnaldi

Conigli, scoiattoli, papere e cincillà, ma anche cavalli, capre, muli e pecore, senza dimenticare, ovviamente, cani di tutte le razze. Questi i protagonisti della settima edizione di «Cuccioli & Campagna», fiera romana dedicata al country, visitabile al Parco delle Rughe (Cassia Bis) fino al 1° maggio (dalle 10 alle 19,30. Info: www.cucciolicampagna.it). Allestito in un antico borgo restaurato e lungo i sentieri del parco che lo circonda, il percorso si snoda attraverso 250 stand di artisti, artigiani, griffe nazionali e, per la prima volta, internazionali.
Dall’abbigliamento alla cucina, dall’arredamento a musiche e balli, il country è ormai moda, anche nei salotti più in della capitale. Non a caso la manifestazione dedica grande attenzione alla casa, proponendo strutture e materiali «eco» per bioarchitetture e decorazioni per interni, con stand per la lavorazione del ferro battuto, laboratori per il ricamo di lenzuola, tende e sdraio, espositori di tavoli con il piano a mosaico in ceramica. In mostra una selezione di coperte e arazzi in stoffa a cura dell’Associazione italiana patchwork, che organizza corsi per imparare l’antica arte dell’«illustrazione a toppe». Ma il country si può anche indossare. Quest’anno a farla da padrone sono le borse per lei, i kaftani, la biancheria e la bigiotteria.
Ricco il settore dedicato agli allevatori e alle esibizioni canine, «professionali» per Retriever e Border Collie, amatoriali per le altre razze. Insieme alla poco distante «Fattoria» è questa l’area più amata dai bambini. La novità dell’anno sono i conigli nani, al costo di circa 30 euro. Quelli che piacciono di più hanno il pelo «tigrato», a macchie rosse e nere. Per bimbi anche il «battesimo del pony» che li fa montare in sella per la prima volta. Sono riservate ai più grandi, invece, le gimcane per jeep e quad. Previste anche esibizioni-spettacolo di butteri, falconieri, istruttori di «Line Dancing», danza dei cowboy, nonché un viaggio «tropicale» nel "Giardino delle Farfalle". Per il riposo e il ristoro numerosi punti e aree per gioco e pic-nic.