Il design trasforma la cucina: accogliente e multifunzione

Ai Saloni torna la biennale Eurocucina. Oltre 130 espositori presentano le nuove collezioni che fanno tendenza della regina della casa. E "Technology For the Kitchen" svela il meglio di elettrodomestici da incasso e cappe d'arredo interpretati come oggetti d'arredo sempre più funzionali, efficienti e a basso consumo energetico. La cucina made in Italy piace sempre di più all'estero

La cucina luogo di aggregazione, condivisione e ritualità per eccellenza della casa, visttuto quotidiano e quindi aggetto del desiderio, torna sulla ribalta del Salone Internazionale del Mobile con Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Salone Internazionale del Bagno e i SaloneSatellite. Eurocucina animerà infatti gli spazi espositivi di Fiera Milano a Rho dall'8 al 13 aprile su un'area area di oltre 25.000 metri quadrati nei padiglioni 9-11 e 13-15. Oltre gli 130 espositori italiani e stranieri presenteranno tutte le novità dal mondo della cucina: classica e di design, in muratura, in metallo, in legno con il ritorno dei materiali naturali che faranno tendenza. Tutto dominato da grande attenzione e cura per le finiture, la modularità e l'adattabilità agli ambienti. Architetti, designer, interior decorator, buyer e il grande pubblico (al quale la manifestazione apre le porte sabato 12 e domenica 13 aprile) scopriranno così il bello e il nuovo della cucina.

Eurocucina è la più grande e prestigiosa vetrina del settore a livello globale e lo conferma il ritorno in Fiera di nomi importanti come Alno, Cesar, Dada, Mobalpa, Pedini, Schiffini, Valcucine. La riprova dell’interesse crescente per le cucine italiane è confermata anche dai dati delle esportazioni: da gennaio a agosto 2013 +5,4% rispetto allo stesso periodo del 2012. Crescita importante dell'export di cucine made in Italy non solo nei principali mercati come Regno Unito (+90%), Stati Uniti (+62,7%), Turchia (39,2%), Svizzera (+22,8%), Russia +9,4% (è il secondo mercato di destinazione con 49,5 milioni di euro), ma anche in mercati nuovi come gli stati di Panama (+114,2%), Singapore (+113,3%), Hong Kong (+60,4%) e Australia (+47,8%).

Ma Eurocucina significa anche elettrodomestici da incasso e cappe d'arredo, tecnologia applicata al cibo e alla sua conservazione. Una frontiera ricca di innovazioni e idee al centro della proposta collaterale FTK (Technology For the Kitchen) che accoglie dal 2002 i migliori produttori e mette in mostra prototipi e concept, veri e propri studi sugli elettrodomestici del futuro. Una manifestazione sempre più qualificata per la presenza di aziende e di gruppi tra i principali protagonisti del settore con le nuove partecipazioni di Arçelik (Beko) e Sub-Zero Group (SubZero, Wolf).

Collocata con i suoi 9.800 metri quadrati all'interno di due dei quattro padiglioni di EuroCucina, il 9-11, Technology For the Kitchen è in sinergia non solo con la biennale dedicata a cucine, utensili e accessori per la tavola ma anche con il SaloneSatellite che quest'anno cambia casa ed è collocato nei padiglioni di EuroCucina dove tecnologia e creatività vanno di pari passo.

Le aziende scendono in campo con collezioni di prodotti esclusivi – da quelli per la refrigerazione e il congelamento a quelli per la cottura e l'aspirazione – pensati pensati per migliorare la qualità della vita in cucina che deve essere sempre più efficiente, confortevole e salubre ma anche un ambiente che suscita esperienze ed emozioni. Tecnologia che offre facilità di utilizzo e consumi minimi per l'attenzione in fase di progettazione al risparmio energetico e rispetto dell'ambiente. Con i designer che interpretano i prodotti come elementi d'arredo e utilizza nuove forme, colori, materiali e offre soluzioni ergonomiche accattivanti puntando anche su leggerezza e compattezza. Soluzioni adatte a uno stile dell'abitare sempre più integrato che richiede soluzioni multifunzione per garantire massima flessibilità nella gestione degli spazi.

I padiglioni 9-11 si trovano di fronte a quelli del Salone Internazionale del Mobile, in particolare a quelli del design di tendenza, e viene così proposto un percorso di visita ideale per addetti ai lavori, buyer e pubblico.