Cucuzza: «Stavo bene a La vita in diretta»

«Non sono io che lascio la “Vita in diretta”, è l’azienda che mi chiede di lasciarla, secondo la logica della turnazione dei conduttori, introdotta recentemente, e mi trova del tutto consenziente. Anche perché cambio dopo dieci anni. Ma io stavo più che bene dov’ero». Così Michele Cucuzza commenta, in una intervista su Tv Sorrisi e Canzoni in edicola da oggi, il suo passaggio alla conduzione di «Uno mattina» dopo due lustri alla guida del programma pomeridiano di Raiuno. Cucuzza rivendica poi la qualità del programma che ha condotto così a lungo: «Forse i primi anni era più leggero, poi c’è stato l’11 settembre 2001 con l’attacco alle Torri Gemelle e abbiamo iniziato a parlare anche di politica internazionale.