Cufrè festeggia il primo gol in A

FIORENTINA
6,5 LOBONT. In assoluto non è un portiere, bensì un’ipotesi però in un paio di occasioni è decisivo.
5,5 UJFALUSI. Nervoso, non prende mai le misure a Mancini.
6 DAINELLI. Per fortuna uno dei centrali è presente a se stesso e ai compagni.
5,5 KROLDRUP. Riesce a non brillare e a imbarazzare contro un avversario senza punte di ruolo.
5 PASQUAL. La fascia sinistra dei toscani è un corridoio che i romanisti possono percorrere con serenità.
5,5 FIORE. La rete del vantaggio nasce da lui, ma nei restanti 89 minuti ha mosse sbiadite. (18’ st BOIJNOV 5,5. Sostanza poca, velleità tanta).
6 BROCCHI. Ha il motore legato, ma l’impegno non viene mai meno.
5,5 DONADEL. Le pause che si prende sono da partita di fine campionato.
5 JORGENSEN. Disastro, non solo sull’1-1 quando si fa sovrastare da Cufrè. Dorme sulla respinta di Lobont agevolando il tiro vincente del giallorosso.
6 JIMENEZ. Peperino. Di testa smarca Toni per l’1-0 e insiste sempre.
6 TONI. Eternamente in fuorigioco, anche sul vantaggio solo che nessuno se ne accorge, non l’assistente e nemmeno gli ospiti. La sufficienza? Un omaggio al primato di gol in viola. (24’ st MONTOLIVO sv. Toni ha i crampi, lui nulla da dire)
Allenatore PRANDELLI 5,5. Urla e riurla ma non lo sentono.
ROMA
6 DONI. Vere parate zero. Incolpevole sull’1-0.
6,5 PANUCCI. Cerca il gol personale e assiste con caparbietà i compagni. L’1 a 1 nasce da un suo cross.
6 MEXES. Una patina di ruggine, ma anche tanta intelligenza con Toni.
6,5 CHIVU. Preciso, tosto e attento. Si muove a tutto campo, un paio di assist avrebbero meritato miglior sorte.
6,5 CUFRÉ. Festeggia la centesima in giallorosso con la prima rete in A.
6 AQUILANI. Agisce con buona lena e resta sempre in partita.
6 DACOURT. Benino, non è facile giocare senza riferimenti in attacco. (26’ st KHARJA sv).
6 ROSI. A volte sembra perdersi d’animo, ma tiene duro. (23’ st OKAKA sv).
6,5 PERROTTA. Si inserisce con tempismo in area, un paio di pallagol le sciupa lui, una seconda è miele per Lobont, smarca Chivu. Insomma fa tremare i viola.
6 MANCINI. Lontano dalla porta, ha difficoltà a smarcarsi al tiro, ma almeno è brillante.
5,5 TADDEI. Sbaglia troppo, ma non è il suo ruolo. (40’ st TOMMASI sv)
Allenatore SPALLETTI 7. Si raccomanda con i suoi perché non si arrendano.
ARBITRO MESSINA 5,5. Vede e non vede, ad esempio Toni in offside.