Cultura e sapori, la Calabria si mette in mostra

Le iniziative dell’associazione «Calabrolombarda»: viaggi gratis per i nonni, spettacoli e presto un mensile

Daniela Uva

Da dieci anni la Calabria è più vicina. Con i suoi prodotti gastronomici, le bellezze naturali, la cultura. Il merito è di 15 amici che, nel 1995, decisero di costituire l’associazione «Calabrolombarda» (oggi vanta 3.700 soci). Un modo per rimanere vicini alle proprie origini, ma allo stesso tempo esprimere lo spirito d’iniziativa e la mentalità imprenditoriale che li ha ormai contagiati.
«Dopo tanti anni ci sentiamo un po’ milanesi - dice il presidente Salvatore Tolomeo - ma siamo molto legati alla nostra terra, che cerchiamo di valorizzare in ogni modo». Promuovendo il turismo, diffondendo i piatti tradizionali, aiutando i talenti che vogliono farsi conoscere al Nord. «Ci siamo resi conto che i lombardi sceglievano l’estero per le proprie vacanze estive - racconta il presidente -. Allora abbiamo deciso di diventare un tramite per far conoscere le bellezze del nostro territorio». Tanto che una nota agenzia di viaggi, specializzata in località straniere, ha inserito la Calabria nel proprio catalogo (unica regione d’Italia). Inoltre da quest’anno, grazie a un accordo con Provincia e Comune, 10mila pensionati potranno passare due settimane di vacanza gratuite in alcune strutture turistiche della regione.
Ma le iniziative non si fermano qui. Grazie alle degustazioni organizzate nel corso dell’anno, peperoncini, salumi e altre specialità sono diventate familiari. «Abbiamo notato un grande interesse per i nostri prodotti - spiega Tolomeo -. Recentemente abbiamo allestito una mostra nella quale abbiamo messo a confronto la nostra cucina con quella milanese». I calabresi residenti in Lombardia sono circa un milione, quelli presenti nel capoluogo quasi centomila. Per loro l’associazione organizza spettacoli in vernacolo, mostre ed esibizioni di gruppi folcloristici. Sempre per loro, dalla fine di settembre, nascerà un mensile che sarà distribuito gratuitamente.
Ma l’impegno è anche sul territorio. «Vogliamo aiutare gli imprenditori lombardi che decidono di investire in Calabria - conclude Tolomeo - spiegando loro come approfittare della legge speciale a favore della zona di Crotone».