Compensi stellari per i top manager: La Jolie lascia l'Ong

L'attrice lascia la Ong dopo aver scoperto che i manager dell'organizzazione umanitaria di cui fa parte si assegnano compensi vertiginosi

I vertici si assegnano compensi stratosferici e Angelina Jolie lascia la fondazione benefica. La notizia è di maggio dello scorso anno, ma è stata diffusa solo oggi dal quotidiano inglese The Times. Al centro della bufera la Halo Trust, un'organizzazione a scopo umanitario che si occupa della messa in sicurezza delle zone di guerra, sostenuta e resa celebre dalla principessa Diana, quando alla fine degli anni '90 si fece fotografare in Angola, mentre camminava su un campo minato.

L'attrice americana si è detta molto imbarazzata per quanto ha scoperto. I manager della Ong arrivano a stipendi di 120mila sterline all'anno, si assegnano compensi extra per incarichi apparentementi superflui e si attribuiscono un gettone giornaliero di 850 sterline per consulenze e contatti coi governi.

La diva di Hollywood, da tempo ambasciatrice dell'Unhrc, dunque ha tagliato ogni ponte con questa organizzazione che continua a ricevere ogni anno milioni di sterline dai governi e dall'Onu (inclusi 5,7 milioni dal ministero dello sviluppo internazionale britannico) e che è sostenuta anche dal principe Harry, figlio della scomparsa Lady D.

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Mer, 02/09/2015 - 12:40

Guarda guarda, ogni tanto c'è qualcuno che scopre l'acqua calda. questo è il vero volto delle associazioni umanitarie (anche le coop di Buzzi, apparentemente operano per scopi umanitari)), ma tutti fanno finta di non saperlo. Eppure, come ho ricordato spesso su questo quotidiano, per scoprire l'altra faccia del business del buonismo basterebbe leggere un recente libro di Valentina Furlanetto "L'industria della carità".

giovauriem

Mer, 02/09/2015 - 13:15

mai dare soldi a persona diversa o interposta al bisognoso , la beneficenza si fa pro mani . avete vista la pubblicità che fanno in televisione le onlus fanno spot intimitadori e usano trucchi per scioccare la gente , e chi usa questi sistemi, sicuramente. non è pulito , se avete voglia di fare del bene , non dovrete andar lontani , basta guardarsi in prossimità di se stessi .

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 02/09/2015 - 13:35

Come tutte le altre organizzazioni, motivo per cui, non prendono un euro da me. Ma quanto è stato recuperato per il terremoto e dove sono finiti i soldi? Giusto per dirne una.

gian paolo cardelli

Mer, 02/09/2015 - 13:39

A me capitò con un'adozione a distanza: per sfortuna dell'associazione "no profit" un mio amico viveva vicino al paesino brasiliano dove avrebbe dovuto abitare la bambina adottata e scoprì che non c'era nemmeno una casa...

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 02/09/2015 - 13:45

Ben detto, Giovauriem, proprio così.

venco

Mer, 02/09/2015 - 13:52

120 mila sterline l'anno è roba da poco, qua li prende un commesso della camera.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 02/09/2015 - 13:52

Ed ancora qualcuno si stupisce/scandalizza?

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 02/09/2015 - 13:54

Perché esiste un ONG che non sia a scopo di lucro (e tanto!) per i suoi dirigenti??

luna serra

Mer, 02/09/2015 - 14:11

io sono anni che non dono un centesimo a queste associazioni lo fanno solo per soldi chi va all'estero per le associazioni umanitarie prendono tra i tremila ai cinquemila euro al mese NETTI se poi li rapiscono paga lo stato e loro sono eroi alla povera gente arriva una minima parte dei soldi quasi niente su 10 euro donati alla gente arrivano due euro gli altri vanno all'associazione

egi

Mer, 02/09/2015 - 14:13

La notizia dov'e andate a vedere alla FAO idioti rossi anzi ingnoranti rossi

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 02/09/2015 - 15:04

Sarebbe ora di bruciarle tutte queste associazioni e coop varie, altro non sono che intermediari (al pari di banche e agenzie immobiliari) fatte apposta per spolpare i "buoni".Del resto,chi li controlla?

Giorgio Rubiu

Mer, 02/09/2015 - 16:23

Non do una un soldo a queste organizzazioni da quando ho saputo con certezza che solo il venti per cento va dove dovrebbe andare. L'ottanta per cento serve per pagare stipendi, spot televisivi commoventi, affitti e telefoni di sedi varie, spese di viaggio e rimborsi e, non credo di poterlo escludere, anche qualche furberia e ruberia.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 02/09/2015 - 17:11

Queste psudorganizazioni umanitarie sono solo un espediente per far soldi alle degli idioti che le foraggiano. Da me zero cent.

baio57

Mer, 02/09/2015 - 18:08

E'una cosa talmente ovvia,da non rientrare nemmeno nelle ovvietà del compianto Catalano.

gigetto50

Mer, 02/09/2015 - 18:12

......e poi, sulle adozioni a distanza tramite organizzazioni (non tutte ovvio) mi viene da ridere quando si dice....eeehhh..sono tranquillo, ricevo foto e letterine dall'adottato!

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Mer, 02/09/2015 - 19:04

Da anni preferisco aiutare concretamente il signore anziano Italiano del mio stabile ...