Cultura Prende il via Il sabato del museo con aperture serali straordinarie

Non solo un «contenitore d’arte». Ma anche un luogo di ritrovo per rappresentazioni teatrali e musicali. E - perché no? - dove degustare del buon vino. In questa nuova veste il Campidoglio propone i musei della «Città eterna» che da oggi e fino al prossimo 2 maggio faranno da cornice all’iniziativa «Il sabato del museo» che ne prevede un’apertura straordinaria serale.
Il debutto è fissato per questa sera alle 21.30 con un doppio appuntamento: Corrado Augias al museo dell’Ara Pacis racconta «Il segreto di Roma», una sua personale indagine sui luoghi, i personaggi e il carattere della città.
Alla galleria nazionale d’Arte Antica nel palazzo Barberini (sala Pietro da Cortona) Melania Mazzucco presenta, invece, «Jacopo Robusti detto il Tintoretto, tra vita e arte». L’autrice di Vita, che al pittore veneziano ha dedicato il suo ultimo libro, «La lunga attesa dell’angelo», sarà impegnata in una conversazione, introdotta da Paolo Petroni, dove indaga l’opera e l’esistenza dell’artista attraverso dipinti, documenti storici e un’indagine psicologica della letteratura.
Il sabato di Pasqua, invece, il museo nazionale Romano - palazzo Altemps Teatro Goldoni (via di Sant’Apollinare, 8) propone alle 21 e alle 22.30 Il mondo della luna da Carlo Goldoni con musiche di Franz Joseph Haydn.
A dar voce alle parole dell’autore veneziano gli attori del Teatro di Roma, accompagnati da due cantanti e da un’orchestra con sei strumentisti. Stessa sera e stessi orari per i musei Capitolini che ospitano Marc’Aurelio filosofo: tra ragione e ragion di Stato una lettura-spettacolo a cura di Gabriele Lavia.
Si cambia scenario il 18 aprile: la Centrale Montemartini (alle 19.30 e alle 21) ospita a cura del «Gambero Rosso» Le Degustazioni al Museo, un appuntamento speciale dedicato ai prodotti italiani a denominazione di origine controllata.
Il 25 aprile (alle 21.15 e alle 22.30) palazzo Braschi accoglie il trio d’archi «Ludwig» in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Ancora musica nel museo nazionale Romano - Terme di Diocleziano (aula X) dove agli stessi orari si esibirà il Quintetto di fiati sempre di Santa Cecilia.
Si chiude il 2 maggio quando ai mercati di Traiano (grande aula) alle 21 e alle 22.30 Danilo Rea si esibirà in Piano Solo. Nella galleria nazionale di Arte Moderna invece spazio alla musica di Giovanni Amato Trio (formato dal trombettista Giovanni Amato, Dario Deidda al contrabbasso e Alessandro Castiglione alla chitarra). Entrambi gli appuntamenti musicali saranno seguiti da una degustazione di Brunello di Montalcino.
Ingresso 5 euro fino a esaurimento posti.