Aiuto, è tornato il parassita intellettuale

Arrampicatorem citazionista, in cerca di prebende: ecco l'uomo perfetto per tutti i salotti

Lo scrittore francese Jules Renard (1864-1910) è scolasticamente noto per il suo Pel di carota , del 1894. Ma la sua opera migliore, a detta dei critici e degli storici della letteratura, è L'ècornifleur ( Il parassita ), uscito poco prima, nel 1892, apparsa col titolo Lo scroccone da Adelphi nel 1974 e che ora sta per tornare in libreria (pagg. 223, euro 13; trad. Anna Devoto). Storia feroce e ironica di un intellettuale fallito, racconta del giovane Henri, tipico «scroccone letterario» il quale in cambio di pasti abbondanti e affettuose attenzioni, si piazza come ospite fisso a casa dei Vernet - irresistibili parvenu culturali - vantando amicizie altolocate, inventando citazioni, attentando persino alle grazie di Madame Blanche e della di lei nipote, la sedicenne e seducente Marguerite... Come scrisse Giovanni Macchia nel risvolto della prima edizione italiana: «Il parassita che nel 1892 Jules Renard elesse a protagonista di un suo romanzo... non ha nulla dei suoi antenati, o non gli resta dei suoi antenati che quel maledetto vizio di ogni tempo di sedere alla tavola degli altri e diventare “il convitato abituale”».

Cinico, viscido e spregiudicato, lo «scroccone» Henri di Jules Renard (autore troppo schiacciato sulla sua narrativa “per piccoli”, e invece grandissimo narratore: si leggano i brevi racconti tradotti quest'anno da Via del vento, L'uovo di gallina ) è il prototipo dell'arrampicatore intellettuale: il migliore nel fare impressione, il peggiore nel farsi capire. Tanto inutile da diventare essenziale nei salotti buoni. Dalle terrazze agli studi tv.

Commenti
Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 17/09/2015 - 10:16

Questa è letteratura minore, anzi, peggiore. Perché invece Adelphi non ristampa -Professione Moglie- di Lucio D'Ambra, oppure -Gli Apostoli, Vita di Gesù- di Renan, oppure l'opera omnia Web di Dario Maggiulli? (in più tomi) -r.r.- 10,16 - 17.9.2015

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Gio, 17/09/2015 - 11:02

@ Dario Maggiulli . Ma cosa c'entra con l'articolo in questione ?

rugoso

Gio, 17/09/2015 - 11:25

Forse che l'articolo vuole rimandarci alla realta' attuale...vedasi i vari talk-show della TV dove tutti dicono la loro e nessuno capisce niente.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 17/09/2015 - 17:01

@# - oldpeterjazz, mi ero proposto di non replicare a chi mi si rivolge senza il proprio nome e cognome ed un sua foto dai 25 in su. Ma in questo caso faccio una eccezione. Avrei anche gradito una maggiore articolazione del tuo 'dissenso'. - Nel guscio di una noce, Adelphi, come molti editori, ristampa un libro che non merita di essere ristampato, in quanto il contenuto tuttalpiù potrebbe essere il capitolo di un più importante libro. Mentre libri veramente importanti, del passato, sono peccaminosamente ignorati dalle nuove generazioni. La mia autosponsorizzazione poi, non vuole essere tanto ironica, ritenendomi, nei miei assunti letterari realmente superiore al parassita o scroccone. -r.r.- 17,00 -17.9.2015