Blitz di D'Annunzio in Rinascente. A Milano "tra amore e battaglie"

Edoardo Sylos Labini porta tra i piani del negozio milanese i brani della pièce teatrale dedicata alla vita del Vate. Dal 26 settembre, l'opera tornerà sul palco del Manzoni

Edoardo Sylos Labini e Giorgia Sinicorni in un momento del flash mob milanese

Se del brand la Rinascente Gabriele D'Annunzio era stato uno dei fondatori, ha senso che qui, tra i piani dello store milanese, riviva il ricordo del poeta, portato in scena da un attore che dal 26 settembre al 6 ottobre riporterà la vita del Vate a Milano, sul palcoscenico del Teatro Manzoni.

Ieri, domenica 22 settembre, un blitz artistico realizzato da Edoardo Sylos Labini, che in "Gabriele D'Annunzio tra amorie e battaglie" veste i panni del letterato principe di Montenevoso, ha messo in scena, nel poco usuale contesto del grande magazzino milanese, parti della pièce che tornerà tra pochi giorni al teatro Manzoni.

Ad accompagnare l'attore nel flash mob Giorgia Sinicorni, che nell'opera teatrale veste i panni della governante e amante Amèlie Mazoyer, una delle quattro donne importanti nella vita di D'Annunzio. Il diario tenuto dalla donna è servito come materiale per la realizzazione di La mia vita carnale, cronaca quotidiana nella villa mausoleo sul Garda, volume di Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Vittoriale.

Proprio Giordano Bruno Guerri ha ispirato con il suo L'amante guerriero l'opera "Gabriele D'Annunzio tra amore e battaglie" e fornito una preziosa consulenza per la realizzazione. Tributo a una delle personalità più importanti del Novecento italiano, la pièce teatrale diretta da Francesco Sala gioca con i linguaggi, in un mix definito "disco teatro", in cui i piatti e le sonorità di un dj (Antonello Aprea) si fondono con il racconto in modo non convenzionale.

Dal 26 settembre al 6 ottobre l'opera tornerà a Milano, sul palco del Manzoni.