Chi è

Lech Walesa (a destra in una foto recente), sindacalista e politico polacco, nasce a Popov nel 1943. Diplomatosi nel 1961, nel 1963 viene chiamato nell’esercito. Nel 1967 si ferma a Danzica, dove inizia a lavorare nei cantieri navali Lenin. Qui, nel 1968, a seguito delle numerose proteste studentesche e operaie che attraversano il Paese, Walesa si impone all’attenzione dando vita al movimento sindacal-politico Solidarnosc. Sotto il segno di Solidarnosc e di Lech Walesa prende avvio una serie di scioperi che interesserà tutta la Polonia fino all’arrivo del generale Jaruzelski, il quale permetterà ai movimenti operai di esprimere le proprie idee. Arrestato e poi liberato, Walesa continua a imprimere una marcia vittoriosa al sindacato, fino a giungere alle libere elezioni nel 1990 nelle quali risulta vincitore. Sconfitto nelle elezioni del 1995, il suo impegno per i diritti dei lavoratori viene riconosciuto con l’assegnazione del Premio Nobel per la Pace nel 1983.