Chi era

Nato a Venezia il 17 settembre del 1923, Nantas Salvalaggio è stato corrispondente per Epoca e per il Corriere della Sera. Gli fu affidato dalla Mondadori il progetto di Panorama. Premio Strega nel 1986 per Fuga da Venezia, come scrittore aveva esordito nel 1953 con Il vestito di carta. Da grande inviato e da commentatore, al servizio dei grandi quotidiani, come primo direttore di Panorama, o come assiduo collaboratore della radio, Salvalaggio è stato uno dei più brillanti giornalisti-scrittori della sua generazione. Fra i suoi scoop è rimasta celebre un’intervista con Marylin Monroe; ma fra i suoi leggendari servizi c’erano anche le interviste a Yul Brynner ed Ezra Pound; ed anche i pezzi su Primo Carnera. Amato dai suoi lettori, ai quali consegnò negli anni una trentina di romanzi, fu famoso anche per aver aspramente criticato Vasco Rossi e la stessa Rai, accusandola di ospitare un individuo alcolizzato, cocainomane e sballato. Ma la dura stroncatura accrebbe ancora di più la fama del cantante, che rispose alle critiche a Sanremo con la canzone Vado al massimo, dove il verso «quel tale che scrive sul giornale». Funerali lunedì alle 11 nella Chiesa degli Artisti di Roma.