Chi era

Nata in una famiglia di condizioni modeste (padre dipendente di una compagnia assicurativa e madre casalinga), A. Merini frequenta da ragazza le scuole professionali all’Istituto Laura Solera Mantegazza e cerca, senza riuscirci (per non aver superato la prova di italiano), di essere ammessa al Liceo Manzoni. Esordisce come autrice giovanissima, a soli 15 anni, sotto la guida di Giacinto Spagnoletti che fu lo scopritore del suo talento. Nel 1947, Merini incontra «le prime ombre della sua mente» e viene internata per un mese a Villa Turro. Nel 1953 esce il primo volume di versi intitolato La presenza di Orfeo e nel 1955 Nozze Romane e Paura di Dio. Nel 1961 pubblica Tu sei Pietro. Dopo Tu sei Pietro inizia un triste periodo di silenzio e di isolamento, dovuto all’internamento al «Paolo Pini», che dura fino al 1972. Nel 1979 la Merini ritorna a scrivere, dando il via ai suoi testi sulla drammatica esperienza del manicomio, testi contenuti in La Terra Santa e L’altra verità. Diario di una diversa. Nel febbraio 2009 a Milano era nato un comitato per ottenere che ad Alda Merini venisse concesso il Nobel per la letteratura.