Così Feltri suona la sveglia all'Eurabia vittima dell'islam

Siamo tiepidi non solo nel coraggio ma perfino nel timore. Dovremmo rispondere al nemico che vuole annientarci. Invece manteniamo un ottimismo idiota e finiremo per scavarci la fossa. È ora di destarci dal «sonno dei pirla»

Per gentile concessione dell'editore Mondadori pubblichiamo ampi stralci del nuovo libro di Vittorio Feltri Non abbiamo abbastanza paura. Noi e l'islam (pagg. 128, euro 17; da domani in libreria). L'indifferente società occidentale, disamorata di se stessa, non sembra avvertire, con la dovuta forza, il pericolo del terrorismo islamico che ormai, come dimostrato dal massacro di Charlie Hebdo , colpisce anche in Europa. E allora la paura può diventare madre del coraggio. A patto di riconoscere il nemico, senza occultarlo dietro alle menzogne note come «politicamente corretto», la vera ideologia del nostro tempo