La filosofia della guerra che arriva da Oriente

«Chi in cento battaglie riporta cento vittorie non è il più abile in assoluto. Chi non dà nemmeno battaglie e sottomette le truppe dell’avversario, è il più abile in assoluto». Parola di Sun Tzu, generalissimo cinese vissuto tra il VI e il V secolo a.C. È lui l’autore di uno dei più importanti trattati del genere, L’arte della guerra, che la Rizzoli ha ora deciso di ripubblicare integralmente in un’antologia delle migliori opere della tradizione sinogiapponese. L’arte della guerra e della strategia (pagg. 718, euro 13,50, a cura di Leonardo Vittorio Arena) raccoglie i must della tradizione d’Oriente: oltre a Sun Tzu, c’è spazio per i classicissimi Sun Pin, Miyamoto Musashi, Daidoji Yùzan e Yamamoto Tsunetomo. Tante spade, ma anche molta filosofia.