Fuori dalla notizia

Le notizie non muoiono sulla carta, né nell’etere, né in Rete. Sopravvivono altrove. Dove, non si sa. Proviamo a immaginarlo<br />

Le notizie non muoiono sulla carta, né nell’etere, né in Rete. Sopravvivono altrove. Dove, non si sa. Proviamo a immaginarlo.

La notizia. La NASA ha presentato un nuovo veicolo lunare che punta a trasformare l’esplorazione spaziale consentendo agli astronauti di coprire ampie distanze senza le ingombranti tute quando torneranno la prossima volta sul satellite, entro il 2020. Un’équipe di scienziati sta sottoponendo a test il veicolo (che si chiama “Small Pressurized Rover Concept” ed è un mezzo di piccole dimensioni e dal design futuristico montato su sei coppie di ruote) in una zona rocciosa e brulla dell’Arizona del nord, scelto proprio per la somiglianza con la superficie lunare. Il veicolo può viaggiare a 10 chilometri orari. Il nuovo rover è il discendente di quelli utilizzati nelle missioni Apollo nei primi anni Sessanta, quando gli astronauti viaggiavano per brevi tratti su veicoli scoperti che somigliavano a jeep. Il nuovo veicolo ha invece una cabina pressurizzata e monta sedili di pelle e cuccette, dove gli esploratori possono restare fino a due settimane, percorrendo distanze massime di un migliaio di chilometri. (fonte: Reuters, 25 ottobre 2008)

Fuori dalla notizia. “Noi venivamo da destra. Dunque la colpa è vostra”. “Ma andavate a 10 all’ora su un terreno accidentato, dunque la colpa è vostra”. Questo, in sintesi, il senso del dialogo lunare intercorso ieri fra gli equipaggi delle missioni Apollo 30 e Chang 20 in prossimità del Mare delle Crisi, quando due rover SPRC, uno statunitense, l’altro cinese, si sono scontrati, per fortuna senza gravi conseguenze né per gli uomini, né per gli strumenti. Ora, su quello che può essere senza dubbio considerato il primo incidente automobilistico extraterrestre interverrà il TSS, il Tribunale del Sistema Solare, istituito nel 2030 dalla Convenzione Interplanetaria. Comunque vada a finire il contenzioso fra Stati Uniti e Cina in merito allo scontro, una cosa è certa: l’episodio servirà ad accelerare la sostituzione dei rover SPRC di vecchia generazione, messi sul mercato nel lontano 2015 e ormai del tutto obsoleti.