Granzotto, una vita al Giornale

Al Giornale Paolo Granzotto è stato cronista, inviato, commentatore e vicedirettore quando Indro Montanelli abbandonò la sua creatura

È morto martedi 10 maggio, a Torino, Paolo Granzotto, una delle colonne portanti del Giornale. Aveva 76 anni: era nato il 15 marzo 1940 a Bologna. Al Giornale è stato cronista, inviato, commentatore e vicedirettore quando Indro Montanelli abbandonò la sua creatura. Del nostro quotidiano Granzotto ha incarnato perfettamente l'anima: ironico, irriverente, contro i luoghi comuni e il politicamente corretto, senza paura di prendere posizioni scomode. Anche per questo era amatissimo dai lettori, con i quali quotidianamente dialogava nel suo "Angolo". Scrittore elegante, autore di libri di successo, il suo stile e la sua scrittura sono stati di esempio per moltissimi colleghi. I funerali si svolgeranno domani a Torino in forma strettamente privata. Sarà poi comunicata la data di una commemorazione pubblica.