A Kalina Danailova la 6a edizione del Ricoh

Nativa di Sofia, in Bulgaria, ma milanese d'adozione e di scuola è la vincitrice assoluta del Premio per giovani artisti contemporanei

Trentenne, nativa di Sofia, in Bulgaria, ma milanese d'adozione e di scuola (si è laureata all'Accademia di belle arti di Brera), Kalina Danailova è la vincitrice assoluta del Ricoh, il Premio per giovani artisti contemporanei che sposa contemporary art e responsabilità sociale.

La pittrice e scultrice ha vinto con “Life or something like it 4”, un'installazione realizzata con oggetti in plastica, legno, metallo e altri materiali, di cm. 50X50x48. I 20 finalisti (su oltre 500 domande di iscrizione) sono stati protagonisti di una mostra dal 17 al 26 marzo presso il prestigioso Spazio Oberdan di Milano. Le opere sono state poi esposte venerdì 6 maggio, presso lo Spazio eventi di Mondadori Megastore Duomo, a Milano, in occasione della premiazione.

Insieme a Kalina, sono stati premiati i vincitori delle tre categorie in cui si articola il Ricoh: Patrizia Calegari con la stampa fine art “Milano”, per la sezione Fotografia/Digital Art/ Video Art; Micaela Laura Rosella Calliero con la scultura “Elicrisa”, per la sezione Scultura/Installazione; Paolo Romani per il dipinto in tecnica mista su tela “Autoritratto nel paesaggio”, per la sezione Grafica Pittura Disegno.

Le quattro opere, come è accaduto nelle edisioni precedenti, sono state acquistate da Ricoh Italia e vanno ad arricchire la collezione, una delle più interessanti raccolte aziendali di arte giovane a tema. Dove il tema è l'interpretazione dei valori di Ricoh improntati alla corporate social responsibility e riassumibili nella formula “L'innovazione sostenibile”.