L'erede Asburgo: «Basta incolpare la mia famiglia»LA POLEMICA SULLE RESPONSABILITÀ

«Non date a noi la colpa». Nel centenario dell'inizio della Prima guerra mondiale, Karl Habsburg, erede degli Asburgo, chiede all'Europa di non accusare la sua storica casata di aver scatenato il conflitto. Habsburg, ex-europarlamentare austriaco, figlio di Otto e nipote dell' ultimo imperatore Carlo I, lo ha dichiarato in un'intervista al britannico «Guardian». In queste settimane, mentre ci si prepara alle celebrazioni del 1914-18, si è parlato più volte di quella miccia che diede il via a una reazione a catena tra Stati. E la «miccia» fu l'attentato all'arciduca Francesco Ferdinando d'Asburgo, ucciso a Sarajevo il 28 giugno 1914. L'ultimatum che l'Austria-Ungheria impose alla Serbia dopo la sua morte non venne accettato e così Vienna diede il via alla guerra. «Sarebbe sbagliato - ha detto l'erede Asburgo - puntare il dito contro un solo Stato. Si deve invece ricordare che c'erano già tensioni molto forti specialmente tra Germania e Russia, che avevano già iniziato a mobilitare... Se si deve incolpare qualcuno allora la maggiore accusa è da rivolgere al nazionalismo».

Commenti
Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 18/01/2014 - 19:54

Poveri Asburgo! La Storia dell'800, e specialmente l'Italia, si è accanita contro questa famiglia. Ma la vendetta postuma è il valzer 'Il bel Danubio blu' che rappresenta l'inizio dell'anno (al concerto di Capodanno) e che il regista Kubrick ha 'portato' sulla Luna!