Le ultime volontà di Eco: "Niente convegni su di me per dieci anni"

Nel testamento dello scrittore la sorpresa per il mondo accademico.

I colleghi di Umberto Eco si erano attivati subito, per dedicare all'intellettuale italiano un convegno internazionale, da tenersi all'Università di Bologna, per ricordare così il suo contributo alla letteratura e alle discipline di cui si è occupato in vita.

Un'idea che non poteva non venire, ma che forse dovrà essere abortita, perché proprio mentre si riunivano allievi e colleghi la moglie Renate ha contattato Patrizia Violi, "erede intellettuale" di Umberto Eco, per far presente che c'è un passaggio, nel suo testamento, che andrebbe tenuto in considerazione.

A riportare la notizia è l'edizione bolognese di Repubblica, secondo cui, nelle sue ultime volontà, lo scrittore "chiede di non promuovere o autorizzare convegni su di lui per 10 anni". Un po' di stupore per la decisione: "Quando ce lo diceva non gli davamo peso". Ma poi Eco ha davvero lasciato questo scritto.

Ora il problema sarà capire se tutti saranno disposti a rispettare le volontà dello scrittore. E considerata la sua fama e il rilievo del suo profilo accademico, pare difficile.

Commenti

ziobeppe1951

Mar, 22/03/2016 - 11:20

C'è bisogno di fare convegni sulla nullità?

Beaufou

Mar, 22/03/2016 - 11:57

Ecchecavolo, e io che non aspettavo altro che un convegno su Eco, l'echismo, l'ecologia eccetera, adesso che faccio? Aspetto una decina d'anni? Ma tu guarda il destino, cinico e baro...Ahahah.

chebruttaroba

Mar, 22/03/2016 - 13:41

E meno male. Ora che abbiamo la possibilità finalmente di non ascoltarlo più evitiamone anche i convegni.

joecivitanova

Mar, 22/03/2016 - 13:52

Mah, probabilmente la cosa più saggia e modesta che abbia fatto nella sua vita, ed anche nella sua morte, ovvio; oppure chissà, forse è un'ultimo segno del lato del suo carattere così presuntuoso, che nessuno, per almeno dieci anni, si deve permettere di parlarne, bene o male, in convegni o celebrazioni, ma solo di leggerlo ed osannarlo, magari; forse. Infine potrebbe essere che si sia reso conto che, per capirci qualcosa di lui, che nemmeno lui probabilmente ha capito, dovremo aspettare almeno dieci anni, chissà, eh eh ..!! G.

marygio

Mar, 22/03/2016 - 13:56

che sfortuna ma cosa mi perdo......un mare di kazzate

roseg

Mar, 22/03/2016 - 17:29

Va bene così ce lo siamo tolto dagli zibidei per almeno dieci anni.

tomasmac1

Mar, 22/03/2016 - 19:41

Voi che commentate non valete una scarpa di Umberto Eco

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Mar, 22/03/2016 - 19:50

Ah, non voleva convegni su di lui? E 'sti cxxxi ...

joecivitanova

Mer, 23/03/2016 - 01:53

Attenti! Mi sono rivolto ad un Medium molto bravo e famoso ed ho scoperto la verità; sapete perché Umberto Eco non ha voluto, dopo la sua morte, convegni su di lui..!?..Perché lui non sarebbe potuto essere presente..!! Tutto qui. G. p.s.: poi, per le scarpe, c'è bisogno di un'altra seduta..