Il mistero della "Cocaina" di Saviano

Funziona così: dire che Roberto Saviano sta per pubblicare un nuovo libro non è una notizia. Se però si ha un ipotetico titolo, Cocaina, e un probabile editore, Feltrinelli, oltre che una data di uscita, ottobre 2012, si sfiora lo scoop

Funziona così: dire che Roberto Saviano sta per pubblicare un nuovo libro non è una notizia. Se però si ha un ipotetico titolo, Cocaina, e un probabile editore, Feltrinelli, oltre che una data di uscita, ottobre 2012, si sfiora lo scoop. Ieri, il sito Dagospia sosteneva che in autunno l'autore di Gomorra manderà in libreria un'inchiesta sui legami tra narcotraffico, riciclaggio ed economia globale dal probabile titolo Cocaina, raccolta durante il soggiorno a New York del dicembre scorso. Nello stesso lancio, si dice che il libro non uscirà in Italia per Mondadori - editore con cui Saviano dovrebbe avere ancora un contratto aperto per un libro il cui, anche qui ipotetico, titolo pare sia Hotel Cancro e il potenziale logo Einaudi Stile Libero - o altri grandi marchi, bensì negli Usa, dove «uno dei più grandi editori ha trattato l'esclusiva per poi rivendere i diritti sul mercato italiano e internazionale». E dove Saviano, sempre secondo Dagospia, avrebbe intenzione di trasferirsi, magari con cattedra a Princeton.

Sempre ieri, a Repubblica, Gianluca Foglia, direttore editoriale Feltrinelli - editore con cui Saviano ha pubblicato l'anno scorso il volume tratto dal programma di Fabio Fazio Vieni via con me - ha dichiarato: «Roberto Saviano farà con noi il suo nuovo libro, che è in fase avanzata di scrittura» (fin qui potrebbe trattarsi di Cocaina). «Sarà pubblicato tra la fine dell'anno e l'inizio del 2013» (mentre qui già le date non coincidono). «Il titolo non è ancora deciso» ha proseguito Foglia (i dubbi che si tratti di Cocaina aumentano). «È un progetto potente e coraggioso, di forte respiro e tematica internazionale, che uscirà in contemporanea in Europa e in America, pubblicato dal gruppo Penguin» (qui i conti sembrano tornare di nuovo). Sembra proprio un ingegnoso labirinto di marketing di quelli messi a punto da Andrew Wylie, agente di Saviano da qualche mese. Foglia sostiene di credere, per questo nuovo titolo, a un «effetto Gomorra», soprattutto «per il valore culturale e civile del progetto». Sarà Cocaina? Abbiamo chiesto lumi a Feltrinelli. Che «No, non conferma affatto che il prossimo titolo di Saviano sarà Cocaina. Le cose che conferma sono quelle dichiarate da Gianluca Foglia». Per venirne a capo, ci vuole il fiuto di Saviano.

Commenti
Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 26/07/2012 - 14:35

Il surpelato ha problemi con le narici?? Dalla foto e dal presunto titolo del presunto scrittore (in realtà re del copia-incolla), si tenderebbe a NON ESCLUDERE...E.A.

Manuela1

Gio, 26/07/2012 - 15:54

ma cosa è questa roba? E' un articolo?

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Ven, 27/07/2012 - 16:23

***Sì, sì! Il solito ritornello. La Mafia scrive il libro, ci ficca il nome di una testa di legno, facendogli sottoscrivere il "dettato" poi, lo minaccia di morte per quello che ha scritto. E...i beceri sinistrati, comprano uno stampato di cretinate buone solo ad abbeverare i beceri che odiano tutto e tutti ma, soprattutto odiano sé stessi, la famiglia e la Patria. Thuuuuu!!!!!*

cgf

Sab, 28/07/2012 - 11:21

errata corrige, Saviano non ha fiuto, ma occhi, lui copia.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Dom, 29/07/2012 - 16:55

***Vorrei soltanto aggiungere; individui della serie: "la miserabile serie umana". Socrate, Platone, Aristotele etc: "L'origine di tutti i mali dei popoli è, l'ignoranza".*