Le mostre della settimana

Dai piccoli frammenti e dalle imperfezioni può nascere la luce è il senso della personale che la Chiesa di Santa Maria Gloriosa dei Frari dedica a Maurizio Pichi

VENEZIA

Tracce imperfette
Dai piccoli frammenti e dalle imperfezioni può nascere la luce. E’ questo il senso della personale che la Chiesa di Santa Maria Gloriosa dei Frari, S. Polo 3072, dedica al fotografo toscano Maurizio Pichi. Un nucleo di ventidue immagini digitali prodotte dall’artista osservando oggetti di uso quotidiano, rifiuti, elementi naturali, elementi che abbiamo usato e gettato via, e cercando in essi l’armoniosa solennità dell’esistenza. Aperta con ingresso libero fino al 30 giugno. Info: www.mauriziopichi.it.

SESTO SAN GIOVANNI (MILANO)

Camparisoda, 80 anni e non sentirli
Attraverso una quarantina di grafiche originali, tutte inedite, alla Galleria Campari vengono raccontati la storia e il successo della prima bevanda pre-mix della storia nata ottant’anni fa che seppe conquistare gli italiani e ispirare la creatività di molti artisti. Per primo Fortunato Depero, che ebbe l’idea della bottiglia a forma conica, e poi Franz Marangolo, Guido Crepax, Franco Scepi, Cappadonia, Fontana e molti altri, per un progetto che illustra anche i nostri successi. Aperta fino al 21 dicembre. Info: tel. 02.6225551; www.campari.com.

MILANO

Ieri, oggi, Milano
Fino al 10 giugno 170 immagini dal secondo Dopoguerra ai giorni nostri, realizzate da 28 autori italiani e stranieri e provenienti dalle collezioni del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo, saranno allo Spazio Oberdan di viale Vittorio Veneto 2 per raccontare le trasformazioni urbanistiche, della società, della nostra cultura. L’esposizione, aperta con ingresso libero, propone scatti di Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Carla Cerati, Mimmo Jodice, Federico Patellani o Massimo Vitali e molti altri. Orari: 10-19.30; martedì e giovedì fino alle 22; chiuso lunedì. Info: tel. 02.77406302; www.mufoco.org.

PISA

Oman, il paese di Sindbad il marinaio
Dal 6 giugno al 7 luglio il sultanato dell’Oman ci racconta i suoi tesori al Museo di San Matteo in una mostra che è viaggio immaginario attraverso la storia, l’arte, l’archeologia, la cultura, il paesaggio. A partire dalla leggenda di Re Salomone che in dieci giorni fece costruire cento canali per rendere fertile queste terre, per passare al commercio del rame iniziato nel III millennio, a quello dell’incenso che diede splendore ai suoi porti principali. Orari: 8.30_19.30; festivi 8.30-13.30. Info: tel. 050.541865.

ROMA

Carte d’Italie
Il Museo Napoleonico offre la possibilità di vedere le sei grandi tavole raffiguranti l’Italia settentrionale e centrale realizzate dal cartografo, disegnatore e pittore Louis Albert Ghislaine Bacler d’Albe in occasione della prima campagna di Napoleone Bonaparte. Le carte, realizzate a inizio Ottocento con la resa dei rilievi alpini ottenuta con giochi di ombre e con la precisione nel descrivere le vie di comunicazione e i confini, sono opere altamente innovative per l’epoca. A corredo della mostra, incisioni che narrano le gesta napoleoniche. Fino al 4 novembre. Orari: 9-19; chiuso lunedì e 15 agosto. Info: tel. 060608, www.museonapoleonico.it.