Le mostre della settimana

Alla diva icona del Ventesimo secolo, Marilyn Monroe, è dedicata questa mostra che espone al Forte di Bard le immagini del suo ultimo servizio fotografico

AOSTA

Marilyn, the last sitting. Bern Stern
Alla diva icona del Ventesimo secolo, di cui ricorre il cinquantesimo anniversario dalla scomparsa, è dedicata questa mostra che espone al Forte di Bard le immagini del suo ultimo servizio fotografico, realizzato dal ritrattista americano Bern Stern per Vogue in una camera d’albergo di Los Angeles. Tre giorni di lavoro che produssero più di 2500 scatti. Esposti qui alcuni dei suoi nudi più espliciti e celebri. Da domani al 4 novembre. Orari: 11-18; sabato e festivi 10-19; chiuso lunedì. Info: tel. 0125.833811; www.fortedibard.it.

STRA (VENEZIA)

La nobiltà del lavoro
“Arti e mestieri nella pittura veneta tra ‘800 e ‘900” è il sottotitolo della rassegna aperta fino al 4 novembre al Museo Nazionale di Villa Pisani di Stra per raccontare i molteplici aspetti del lavoro attraverso le raffigurazioni dei mestieri antichi che si svolgevano nella città lagunare e nel suo entroterra. In settanta dipinti da collezioni museali e private, si va dal secolo che segue la caduta della Serenissima fino ai primi decenni del Novecento. Orari: 9-20; chiuso lunedì. Info: tel. 049.502270; www.villapisani.beniculturali.it

MILANO

UK-Italia nelle pagine del Corriere della Sera
Immagini, articoli, pagine di quotidiano sono esposte in 28 pannelli per strada, nella centralissima via Dante, per celebrare due eventi importanti ospitati quest’anno dal Regno Unito (il Giubileo di Diamante della regina e i Giochi Olimpici di Londra) e le relazioni di quel Paese col nostro. La mostra , che dura fino al 21 giugno, sarà affiancata da numerose attività artistico-culturali promosse dal British Council: musica, teatro, danza, design, moda, spettacoli e altro ancora. Sempre aperta anche la notte. Info: tel. 02.324377; www.britishcouncil.it/ukitalia.

FIRENZE

Fabulae Pictae
“Miti e storie nelle maioliche del Rinascimento” è il sottotitolo che spiega la rassegna aperta fino al 16 settembre al Museo Nazionale del Bargello per raccontare lo splendore che seppero realizzare i maestri artigiani su vasi, piatti, vassoi, brocche e altri suppellettili per la tavola e la casa di quei tempi, con veri dipinti che celebravano eroi e leggende e raccontavano i fasti di chi le possedeva. Esposti in due sezioni una settantina di esemplari preziosi provenienti dalle collezioni medicee e prodotti dalle manifatture di Faenza e Urbino. Orari: 8.15-13.50; chiuso prima, terza, quinta domenica; secondo e quarto lunedì del mese. Info: tel. 055.2388606.

ROMA

Warhol: headlines
Apre il 12 giugno alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna la rassegna che indaga il rapporto di Andy Warhol con l’informazione giornalistica: il padre della Pop Art americana realizzò rielaborazioni di prime pagine o ritagli di stampa, le opere-titolo (headlines appunto), meno famose dei suoi ritratti iconici ma che sottolineano i suoi legami con altri fenomeni artistici come la poesia concettuale o visiva. Dal pettegolezzo alla nera, dalla critica sociale alle catastrofi, disegni dalla metà degli anni ’50 fino ai lavori eseguiti con Basquiat o Haring. Fino al 9 settembre. Orari: 8.30-19.30; chiuso lunedì. Info: tel. 06.322981; www.gnam.beniculturali.it.

CASERTA

Keith Haring
Il “Murale di Milwaukee”, una delle opere più note e rappresentative dello street artist statunitense, sarà esposta fino al prossimo 4 novembre alla Sala dei Porti della Reggia di Caserta. Lungo trenta metri e alto due e mezzo, il capolavoro è formato da 24 pannelli in legno realizzati da Haring nell’aprile del 1983, quando fu invitato dall’Università Marquette di Milwaukee per creare un lavoro site-specific dove sarebbe sorto il nuovo museo Haggerty. Esposti anche disegni, foto, un video, per documentare le varie fasi di realizzazione del lavoro. Info: tel. 0823.448084; www.reggiadicaserta.beniculturali.it.