Alla «National Portrait Gallery» dodici pastelli inediti di Bob Dylan

A settantadue anni, Bob Dylan ha trovato un nuovo «lavoro»: quello di «artistar». Dal 24 agosto, la National Portrait Gallery di Londra esporrà infatti 12 suoi pastelli inediti che ritraggono personaggi veri o immaginari. Una bella promozione per il cantautore, il quale soltanto negli ultimissimi anni ha iniziato a esporre, sebbene la sua passione per l'arte figurativa, ha confessato, risalga all'infanzia. «Bob Dylan. Face Value», organizzata dopo due anni di trattative fra la direzione della galleria, Dylan e il suo manager, è la breve rassegna che apre il percorso nella NPG. Lo storico dell'arte John Elderfield che si è adoperato per la riuscita della mostra ha detto che le opere della rock-star (nella foto «Nina Felix», 2013) sono «prodotti della stessa straordinaria e inventiva immaginazione tipica del suo genio di musicista».