Un noir originale scritto (a sorpresa) dalla mamma di Harry Potter

«Perché sei nato al cader della neve? Dovevi arrivare al richiamo del cuculo, o quando verdeggiano i grappoli d'uva o quando sinuose le rondini si radunavano per volare lontano dall'estate che muore...». Si apre con i versi di questa lirica di Christina G. Rossetti intitolata Lamento funebre il romanzo Il richiamo del cuculo (Salani, pagg. 464, euro 16,90) di Robert Galbraith. Un originale noir d'ambientazione londinese che non solo prende il titolo dalla poetica della Rossetti ma ne scandisce pagina dopo pagina le atmosfere mortuarie, intercalando le scene di indagine con citazioni non meno inquietanti da classici come Lucio Accio, Virgilio, Plinio il Vecchio e che si conclude con una citazione dal poema Ulysses di Alfred Tennyson. Dobbiamo ammettere che da questi elementi e dagli sviluppi che ha in seguito il romanzo, ci sarebbe stato difficile riconoscere ne Il richiamo del cuculo le cifre stilistiche di J.K. Rowling che hanno fatto la fortuna della saga di Harry Potter. E se la scrittrice inglese non avesse deciso di gettare la maschera, rivelando di essere lei l'autrice, sarebbe stato difficile individuare la sua identità fra le pagine del libro. Che offre un'ottima lettura.
Cormoran Strike è un indagatore originale. Un militare reduce dal conflitto in Afghanistan. Un luogo che l'ha segnato nell'anima e dove ha perso anche una gamba. L'esercito ha formato la psicologia di Strike, rendendolo insensibile alla violenza, ma non l'ha aiutato a sopravvivere allo sfascio sentimentale del suo rapporto con Charlotte. Però il Reparto investigativo in cui ha militato per un certo periodo lo ha davvero formato. Per costruire un investigatore del genere, la Rowling ha parlato a lungo con militari in congedo e in servizio.

Per quanto riguarda lo pseudonimo, Robert Galbraith ha un'origine specifica: la Rowling voleva infatti fin da piccola assumere il nome di Ella Galbraith, mentre Robert F. Kennedy è stato da sempre il suo eroe. Non casuale neanche la scelta dell'assistente Robin che affianca nelle sue indagini Cormoran Strike, una giovane ragazza in cerca di lavoro, affidatagli da un'agenzia interinale. «Robin - spiega la Rowling - l'ho descritta basandomi sulla mia esperienza di precaria, tanti anni fa a Londra». Saranno la cocciutagine di Cormoran e la razionalità di Robin a risolvere il giallo. La vittima è la top model Lula Landry, protagonista delle rubriche di gossip dei tabloid, ritrovata cadavere per strada. Cormoran cercherà di svelare i segreti dell'avvenente Lula, che rapporti aveva con la sua famiglia, il suo vero legame col fidanzato, mettendo così a nudo il perbenismo velenoso che ha sedotto l'anima dei quartieri di Soho e di Mayfair.