LA POLEMICAPhilippe Daverio: «Una scelta da provinciali»

«Enwezor? Mi domando perché la Biennale abbia sempre bisogno, come un piccolo borghese di provincia, di stupire attraverso bizzarrie». Il critico d'arte Philippe Daverio commenta così la nomina, da parte del la Biennale di Venezia, del nigeriano Okwui Enwezor a direttore del Settore Arti Visive. «A fronte della spesa di oltre 10 milioni di euro pubblici, - prosegue Daverio - non c'è un concorso, un dibattito curricolare. Ormai da 10 anni la Biennale è ostaggio del mercato Usa che la utilizza come palcoscenico a basso costo».